Articolo su ” Il Secolo XIX ” 07/03/2010


È stata sicuramente una settimana particolare per l’Inter, fra nazionali e infortunati Mourinho ha dovuto allenarsi fino a giovedì con 10 titolari e dei giovani della Primavera. Con la squalifica di Cambiasso e l’indisponibilità di Santon, Chivu e ThiagoMotta, infortunati la formazione iniziale potrebbe essere questa: Julio Cesar inporta, giocatore di grandi doti esplosive,sempre attento e concentrato, comanda la difesa con personalità e ha un’ottimo calcio (solo sinistro), lungo e preciso, non molto forte nelle uscite alte mentre è molto bravo in quelle basse. La linea dei quattro difensori dovrebbe essere da destra con Maicon giocatore di grande prestanza fisica, molto veloce, con un destro di grande qualità sia nel tiro che sui cross (molto tagliati e insidiosi siaper il portiere che per i difensori), è più un’ala che un terzino anche perché pecca molto nelle diagonali e nei contrasti difensivi, non forte di testa anche se alto.Pericolosissimo per la spinta continua, con sovrapposizioni, che imprime sulla fascia. I due centrali potrebbero essere Lucio e Samuel. Ilprimo staa ttraversando un momento di grande forma ed è il regista difensivo, molto forte fisicamente e di testa, usa la grande esperienza e intelligenza tattica dove non può arrivare con una non grandissima rapidità, destro ottimo, gli piace uscire con palla al piede qualche volta rischiando troppo( quindi non si deve abboccare alla finta e se si temporeggia può andare in crisi), pericoloso negli inserimenti palla alpiede e sui corner a favore.L’altro è di una f orza fisica e cattiveria agonistica eccezionali, tutto mancino, forte di testa ma anche molto falloso, pure lui va a saltare sulle palle inattive a favore. A sinistra giocherà sicuramente uno dei capitani veri di questo campionato.Zanetti è l’esempio del professionista eccellente, oltre ad avere doti tecniche importanti è il jolly che ogni allenatore vorrebbe avere. Dove lo metti, lui esprime il meglio e dà il suo contributo tecnicotattico. Anche seda terzino pecca, qualche volta, nella fase difensiva (nella diagonale, nell’uno contro uno e nel colpo di testa).Comunque sopperisce con l’esperienza e la grande condizione fisica che ha sempre. È probabile che a centrocampo Mourinho faccia il rombo con Stankovic, giocatore di grande classe, destro ottimo e sinistro sufficiente, ottimo tiro da fuori e inserimenti pericolosi, molto veloce e resistente ma in fase difensiva, secondo me, non molto adatto a fare il centromedianometodista. Alla sua destra ci dovrebbe essere Mariga, forte fisicamente, con buona tecnica, buon destro da fuori,discretamenter apido ma veloce.L’ho avuto a Parma,è un giovane di grandi prospettive, ma in questo momento ha ancora difficoltà tattiche, lì deve migliorare. A sinistra Muntari che è il più difensore di questi centrocampisti.Molto grintoso e aggressivo, forsetroppo,discretamente rapido ma veloce, bravo tatticamente e generoso, molta quantità ma pecca nella qualità. Dietro alle due punte c’è il giocatore più eclettico e fantasioso della squadra, Sneijder. Piccolo e molto rapido, grande tecnica in velocità,si muove fra lel inee senza dare un punto di riferimento con un istinto di posizione eccellente. È resistente e generoso perché nella fase difensiva marca sempre, per ordine di Mourinho, il regista avversario. Le due punte, Milito con Eto’o o Balotelli o Pandev (non male come scelta, vero?). Penso che Milito, dei 4,sia insostituibile per qualità tecniche ma, soprattutto, per l’istinto da animale d’area che lo porta a essere sempre nel posto giusto al momento giusto. Fortissimo nel coprire la palla e dentro i 16 metri. Anche se generoso è quello che ha meno compiti difensivi. Eto’o è molto forte fisicamente, grande generosità emovimento, buona la tecnica, tutto destro, non fortissimo di testa. Balotelli ha grande forza fisica, non rapido ma veloce, dribbling estroso e tiro potente sia di destro che di sinistro.Prevalentemente gioca su una delle fasce per fare l’uno contro uno e andare al tiro o crossare. Scarso di testa come Pandev, che è un attaccante tutto mancino ma digrande qualità. Rapido e veloce, con un’ottimo dribbling, generoso e resistente. È sicuramente la squadra più fortedel campionato sia per organico che per qualità. L’Inter ha una caratteristica fondamentale ed è quella che, pur essendo molto forte,si comporta come le squadredi provincia. I nerazzurri sono fortissimi fisicamente e mentalmente, hanno sempre una carica agonistica elevata, forse troppo, e una grande concentrazione. In questo momento però, secondo me, sono stanchi per le tante partite disputate e , questa settimana in particolare, per avere avuto tanti giocatori in giro per il mondo. Non potranno sicuramente avere 90’ di grande intensità e se i ritmi saranno elevati potranno andare in difficoltà. In difesa soffrono gli scambi veloci e i cross bassi, vanno a nozze su quelli alti. Sono pericolosi sulle palle inattive perché salgono tutti i saltatori più bravi, e ne hanno molti. Però, come ho accennato prima, questo è ilmomento giusto per poterli contrastare mantenendo ritmi alti e cercandodi limitare i due giocatori più importanti, cioèMilito e Sneijder, sapendo benissimo che anche se giocano male hanno elementi che possono risolvere la partita sempre. Dopo questa chiacchierata faccio vedere 20’ di dvd con le cose più importanti estrapolate da due o tre partite, poi vado sul campo e faccio la tattica che metterò in atto il giorno dopo.

Annunci

6 Responses to Articolo su ” Il Secolo XIX ” 07/03/2010

  1. Nuario ha detto:

    Caro Mister Cagni,
    la ringrazio per i complimenti che mi lusingano e che costituiscono motivo di orgoglio. Il calcio è la mia più grande passione e, spero, possa diventare il mio ambito lavorativo. Detto questo, continuerò a leggerla perchè da lei c’è sempre da imparare e da attingere, non solo a livello calcistico ma anche umano.
    Nuario.

    • gigi ha detto:

      Ti ringrazio ma spero che mi scriviate perchè anche io cresco e mi confronto con piacere,il blog è nato per questo.

  2. zeronol ha detto:

    grazie mister ottima analisi!! Per quanto riguarda i movimenti di reparto e collettivi secondo lei cosa bisognerebbe osservare nelle due fasi di gioco (possesso e non possesso)? In panchina inoltre ha l’abitudine di far osservare dei particolari di gara ai suoi collaboratori? (per esempio le palle perse, conquistate ecc.) Da quello che ho capito sul xx secolo esciranno le sue analisi ogni domenica? Ci riporterà tutti gli articoli nel suo blog? spero di non essere uscito troppo fuori tema. Grazie mister

    • gigi ha detto:

      Nelle due fasi la cosa determinante è muoversi in modo da mantenere sempre tutto il campo COPERTO,l’equilibrio tattico è determinante.E’ preferibile avere un’uomo in meno in attacco che rischiare il contropiede.Facendo così,a meno che non stai perdendo e sei nei minuti finali,alla lunga la compattezza tattica porta ai risultati anche perchè la squadra trova sicurezza.in panchina ho il mio secondo Lorieri che mi aiuta nell’immediato e il preparatore che analizza la parte che gli compete.Poi ci riguardiamo la partita e insieme valutiamo la prestazione e estrapoliamo quello che ci interessa.Si tutti gli articoli verranno pubblicati sul blog.

  3. Nuario ha detto:

    Caro Mister Cagni,
    purtroppo (parlo ovviamente da tifoso interista)lo schieramento tattico scelto da Mou per la sfida con il Genoa non è stato quello che lei immaginava. Il tecnico portoghese ha optato per il 4-2-3-1 che, a mio modestissimo avviso, l’Inter può utilizzare soltanto a partita in corso o nei momenti di splendore atletico. Diversamente, il “rombo” rappresenta quasi un “rifugio”, l’habitat naturale che riesce addirittura a nascondere periodi di “magra” dal punto di vista atletico, psicologico e tecnico. Per quanto attiene al Bologna, la squadra di Colomba è tra le più in forma del momento, addirittura seconda per numero di punti incamerati in questo 2010. La partita la Samp potrebbe vincerla o perderla sugli esterni. Buscè (che lei conosce benissimo)e soprattutto Modesto credo possano prevalere su Ziegler e Zauri. Poli è in assoluto uno dei miglior talenti emergenti ma con una coppia robusta e “asfissiante”come Guana-Mudyngai sarà davvero dura. I centrali difensivi, però, non mi sembrano invulnerabili e credo difettino di rapidità soprattutto se infilati con combinazioni veloci e palla a terra.

    • gigi ha detto:

      Purtroppo devo scrivere entro il venerdi perchè al sabato sono a Roma e quindi il giornale mi da informazioni da Milano di quel giorno.E’chiaro che Mou fa sempre pretattica e quindi è difficile indovinare la formazione.Per quanto riguarda la prossima mi sa che tu potrai fare a meno di leggere il secolo di domenica.Complimenti per le conoscenze calcistiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: