Vicenza

439 Responses to Vicenza

  1. mimmo ha detto:

    Mister, visto che parla di 4-3-3 mi sa dire qualche titolo di libro dove illustra un pò tutto di questo modulo?:la ringrazio

  2. Paolo ha detto:

    Salve mister volevo un suo parere su questo fatto che a me ha fatto un po pensare. Mi ha sorpreso molto vedere Farina restare senza squadra, il tanto osannato giocatore che ebbe non il coraggio ma la logica di denunciare una presunta combine nel Gubbio, tanto da fare scomodare l’Uefa per un premio, giusto e meritato. Ecco, mi sono posto una domanda: non è che per caso il calcio italiano si sia già dimenticato di un giocatore simbolo o che magari a qualcuno sia diventato scomodo da fargliela pagare? Grazie per la sua attenzione

    • gigi ha detto:

      Non credo anzi ne sono certo. Farina è uno dei tanti giocatori che non hanno le qualità necessarie per fare la B tutto qui. E’enorme il numero di giocatori senza squadra.

  3. alberto ha detto:

    Mr li ribadisco il mio concetto ossia lasci perdere questi psdomini allenatori in pantofole ed vada avanti più tranquillo che mai per la sua strada….in bocca al lupo

    • gigi ha detto:

      L’ho sempre fatto e se ho replicato è perchè vorrei che cambiassero certe cose ma vedo che è impossibile. Alla mia eta e con quello che ho fatto non mi preoccupo più di niente men che meno di certe critiche. Oltretutto ricomincerò a scrivere di calcio tattico fra breve dopo 5 o 6 gare di campionato quando avrò compreso,a grandi linee,i metodi più usati dalle squadre sia di A che di B e ne discuterò con voi. Crepi il lupo.

      • Giovanni ha detto:

        Attendiamo i prossimi aggiorntamenti allora 😀

        • giorgio pivotti ha detto:

          Speriamo si parli non sempre di moduli, schemi e sedute di allenamento di cui è piena la letteratura calcistica ma anche dei gol e delle loro cause dirette di segnatura prendendo in esame le due fasi di gioco che secondo me sono una palestra di studio e di apprendimento altrettanto valida ma poco utilizzata per imparare il calcio, per correggere gli errori tecnico tattici.

  4. greencap ha detto:

    e pensare che tutto questo can,can con i giornalisti o pubblicisti è nato solo per una frase del mister in allenamento a isola Vic. interpretata male,ma molto male, e lei mister lo sa bene (siete tornati come a tempi di …………..) comunque questa situazione mi sembra insanabile in qualsiasi punto di vista anche se a tutte due le parti non gliene può fregà de meno di uno dell’altro. personalmente mi dispiace molto perchè mi piacevano molto gli allenamenti a Isola e vedevo un allenatore che si impegnava molto a insegnare qualcosa a qualche giocatore scarso,come è scarsa la dirigenza di questa società,che in otto anni non ha fatto altro che danni.
    Forza Lane sempre

    • gigi ha detto:

      Il motivo per cui non ho più rispettato quei “publicisti”,e cercate di capire la differenza perchè è importante,è proprio perchè quella frase non l’ho mai detta e ho a testimone tutti i giocatori. Sentirmi dare del bugiardo da uno che durante la settimana fa un’altro lavoro e non il giornalista “professionista”non lo posso accettare altrimenti non si cambierà mai niente in questo cavolo di paese. E da oggi basta non ne parlerò mai più. Con sincero affetto buon campionato.

      • giorgio pivotti ha detto:

        So che questo non è il topic giusto ma d’accordo sulle tue ultime parole “basta oggi non ne parlerò mai più”, infatti è proprio il caso di metterci una pietra sopra, replico qui parlando di calco giocato che con i gol, quelli evitabili in particolare, forma un tutt’uno inscindibile.
        La partita è Atalanta vs Lazio 0 1 di domenica scorsa ed il gol partita è quello EVITABILE di Hernanes.
        Registrando la sintesi dell’incontro sono rimasto colpito dall’ennesimo gol madornale che si poteva prevenire con il quale la Lazio ha battuto l’Atalanta per uno a zero; un gol evitabile rappresentativo ed eloquente degli errori tattici di marcatura che si commettono giocando con la difesa a zona; il bello o meglio il brutto è che da nessuna parte ho sentito o letto un commento pertinente, giustificativo di tali errori.
        Venendo all’azione del gol mi domando nuovamente come sia possibile lasciare un attaccante, Hernanes, proveniente dalla trequarti di centrocampo, avanzare solo indisturbato ed inserirsi oltre la linea dei difensori, passare in mezzo a due di loro che lo guardano appena, non si curano di lui, non fanno assolutamente niente in nome della zona e delle sue note componenti tattiche per marcarlo stringendo e seguendo il suo inserimento: incredibile.
        Finché si vedono gol del genere non si può non puntare il dito contro la zona chiamandola in causa, è tempo di cambiare filosofia di gioco nell’affrontare la fase difensiva non più correndo dietro alla linea, al fuorigioco o lasciarsi incantare, attrarre dalla palla per attaccarla senza girare mai lateralmente la testa per controllare la situazione in atto, per marcare prima l’uomo in modo moderno e flessibile come previsto adottando la difesa elastica.

  5. stefano ha detto:

    Giusto per stemperare un po’ gli animi, chiedo a Mister Cagni se desidera togliermi le curiosità che gli avevo esternato con un messaggio nel forum datato 29.2.2012 e che non hanno avuto risposta per il precipitare degli eventi. Trattandosi di questioni prettamente tecniche credo che la risposta non dovrebbe turbare nessuno. Ecco di seguito il vecchio post:

    “Vorrei affrontare due tematiche prettamente tecniche, per soddisfare una mia curiosità, se possibile.
    La prima la rivolgo a Giorgio o ad altri esperti.
    Ho chiesto al mister se l’impiego di Brighenti come terzino sinistro contro il Cittadella fosse dovuto ad una precisa scelta tecnica o piuttosto se sia stato un preciso segnale indirizzato allo stuolo di terzini sinistri che abbiamo in rosa. Non ha risposto e personalmente (rispettando la sua decisione) interpreto tale non risposta come una risposta. Non è stata una scelta prettamente tecnica. Voi cosa ne pensate?
    La seconda la rivolgo direttamente a Mister Cagni.
    Nel periodo positivo del Lane, la difesa è stata schierata regolarmente con i seguenti uomini: Tonucci-Augustyn-Martinelli-Giani. Durante Vicenza-Pescara è avvenuto un fatto che mi ha lasciato perplesso. Il mister inizialmente aveva schierato Tonucci-Zanchi-Martinelli-Giani. Al 37′ del primo tempo si è infortunato Zanchi ed il mister ha inserito Augustyn, solo che quest’ultimo, invece che posizionarsi al centro nel ruolo fino ad allora ricoperto è andato a posizionarsi a destra, mentre Tonucci è scalato al centro.
    Mi piacerebbe sareper se tale scelta (inconsueta rispetto alle partite precedenti) sia stata dettata da uno specifico stato di forma di Augustyn oppure dalle caratteristiche di Insigne (su cui Tonucci soffriva) o da cosa altro. La ringrazio.”

    Poichè ritengo che lei non faccia nulla a caso, mi piacerebbe sentire le sue ragioni tecniche.
    Sulle questioni extra-campo tralascio ogni commento perchè sarebbe superfluo. Lei non c’è più, ma noi tifosi del Lane siamo ancora qui alle prese con questa dirigenza vergognosa e circense di nani, ballerine, buffoni, faraoni e odontotecnici. E come le dicevo nei miei vecchi post, dopo di lei ce ne sarà un altro, ma loro, la nostra rovina, sono sempre lì. Altro che Ferretto e Ragazzi.
    Saluti

    • gigi ha detto:

      Probabilmente la volta precedente non ti ho risposto perchè allenavo la squadra e quindi sarebbe stato sbagliato farlo. Oggi la mia scelta di Brighenti non era stata forzata ma voluta da me visto che l’avversario schierava da quella parte una punta mancina che faceva quasi sempre il dribbling all’interno. Il problema grosso dell’anno scorso è stato che non avevamo un centrale di grossa personalità equindi li ho fatti girare tutti finche,alla fine ho scelto Pisano,dopo molteplici esperimenti. Se una squadra prende tanti gol vuol dire che nella fase difensiva ci sono dei problemi. Ho cercato di risolverli con quello che avevo a disposizione e qualche volta ha funzionato altre volte no. Se avessi fatto io la squadra,a parte il portiere,probabilmente avrei fatto delle scelte diverse.

  6. giorgio pivotti ha detto:

    Con la squadra attuale che si ritrova mister Breda adesso che il Vicenza ufficialmente è stato ripescato in serie B, mister Cagni avrebbe accettato, nonostante tutto, di restare ancora alla guida dei biancorossi?
    E’ solo e semplicemente una mia curiosità considerato che anch’io lo scorso anno ho seguito da vicino il Vicenza dall’arrivo di mister Cagni fino alla sfortunata partita con l’Empoli.
    Si poteva prevedere la retrocessione del Vicenza come non irrevocabile visto i casi venuti fuori del calcioscommesse?

    • gigi ha detto:

      Caro Giorgio sarei rimasto anche in C con un programma giusto. La mia unica richiesta era che non potevo lavorare con gente che mi aveva esonerato e che ha fatto di tutto per non farmi tornare. Dovete ringraziare Masolo,Polato e il mio procuratore Pasqualin che sono riusciti a riprendermi,gli altri volevano andare avanti con Beghetto. omunque sono felice per i veri tifosi del Vicenza,in bocca al lupo.

      • ALBERTO ha detto:

        W LA SUA SEMPRE SINCERITÁ…MI TOLGA UNA CURIOSOTÁ SAREBBE DISPOSTO AD UN FACCIA A FACCIA CON FERRETTO?IN BOCCA IN LUPO MR E GRAZIE X LA SUA BREVE ESPEROENZA IN BIANCPROSSO E SPERIAMO IN GIORNO DI RIAVERLA ANCORA

        • gigi ha detto:

          Se servisse potrei fare qualsiasi cosa ma sarebbe inutile. So per esperienza che certi personaggi ,a cui interessa solo l’essere protagonisti non avendo altri mezzi per esserlo,non cambieranno mai. La cosa che mi infastidisce di più è che cercano di fare credere che lo fanno per il bene della squadra,ridicoli.

          • ALBERTO ha detto:

            Concordo in pieno il suo punto d vista e mi dispiace ke è stato così trattato in tutti questi anni da Mr.A parte questo/i Signore/i spero ke nn porterà nessun tipo d rancore x i colori biancorossi.

            • gigi ha detto:

              Assolutamente no,anzi siete un pubblico splendido e io ho lavorato benissimo. In bocca al lupo.

      • Cristiano ha detto:

        Per carità resti dov’è. Come allenatore è scarso e i numeri lo dimostrano senza tema di smentita. Prima di Vicenza non allenava da tre anni (chissà perchè ….) a Parma ha fatto un disastro. A Vicenza lasciamo perdere, le ricordo che è retrocesso. Dell’allenatore questo, ma come uomo vale zero. La sua spocchia è inifinita, arrogante, nessuno la può criticare, ma chi si crede di essere il Padreterno? A Vicenza di lei abbiamo già visto abbastanza, mi auguro si sieda su un’altra panchina anche se credo che quella di un parco sia la più probabile per lei. Per sempre forza Vicenza. E ora mi insulti pure, tanto noi tifosi del Vicenza sappiamo bene che lei tifa Brescia e che a Vicenza ci ha raccontato un sacco di balle

        • Francesco Botti ha detto:

          … I numeri temono e necessitano di smentite perchè dimostrano che ha fatto miracoli a Piacenza, Empoli e cose più umane a Genova, un quasi miracolo a Salerno…per Catanzaro parla da sè la situazione societaria (solo ora qualcosa di serio e futuribile stanno costruendo laggiù) e per quanto riguarda Parma, beh..non mi pare che gli abbiano concesso molto tempo (forse meno di quello che a Vicenza è stato concesso a Baldini). Credo che l’unica annata nera sia stata quella di Verona. A Vicenza le colpe per la retrocessione (lasciando stare le questioni societarie) sarebbe bello spartirle un pò anche con Baldini e Beghetto 🙂 …per il resto ognuno può pensarla come crede…
          Francesco Botti (Piacenza)

        • gigi ha detto:

          Io non ti insulto perchè non meriti nemmeno quello,posso solo dirti che se sono spocchioso io che ho 42 anni di calcio professionistico sulle spalle tu cosa sei che non sai fare altro che insultare. Comunque rispetto quello che pensi di me come allenatore ma,stai tranquillo,che sulla panchina del parco ci andrai tu io ho altri interessi e passioni.

          • ALBERTO ha detto:

            Mr se posso darle un consiglio anke se credo ke nn li servirà….cmq ascolti nn deve perdere il.suo tempo x dare risposta a questi “SIGNORI”pantofolai del calcio ke sono i primi ad criticare allenatore squadra giocatori nei momenti di difficoltà senza dare una mano…Mister si ricord i ke secondo me mi ha lasciato un buon ric ordo e una buona impressione
            in tutto x tutto..
            In bocca al lupo
            anche

            • titta ha detto:

              Strano che nessuno ringrazi mister Cagni per il ripescaggio. Senza il suo ritorno, il Vicenza non avrebbe fatto i play-out. Quindi la serie B e’ un suo regalo.

            • gigi ha detto:

              Crepi il lupo. Non mi preoccupo di questi pochi che non mi stimano,ma è nel loro diritto farlo. Ma mi preoccupa sempre più la gente che parla di calcio facendo passare delle bugie per verità assolute. Come mi preoccupano quelli che hanno certezze quando noi,addetti ai lavori,ne abbiamo sempre meno proprio perchè ci sono tantissime componenti che influiscono sui giocatori. Mi viene da ridere quando passiamo noi per presuntuosi e siamo costretti a subire critiche da chiunque. Ti posso assicurare che le uniche che sopporto sono quelle di chi va allo stadio e PAGA.Un grosso “IN BOCCA AL LUPO”a tutti i tifosi del Vicenza e buon campiuonato.

            • gigi ha detto:

              Non mi preoccupo di questi ma di quelli che mistificano il calcio al solo scopo di essere protagonisti,quelli sono i peggio perchè se non ci fosse il calcio sarebbero anonimi e infelici.

      • Roberto ha detto:

        Dall’intervista sky dopo Empoli Vicenza :

        Giornalista: Mister, dove la vedremo la prossima stagione?
        Cagni: Io spero di allenare, a Vicenza se rimaneva in B rimanevo a Vicenza volentierissimo, in C no perchè a me sembra…io penso di essere un allenatore che può allenare in A o in B…la C l’ho fatta tanto prima per diventare allenatore, adesso non ho proprio intenzione di farla.

        Che lei si senta un allenatore da A o B o da Champions League è legittimo, ma la prego non ci venga più a raccontare di programmi seri o altro. Sono queste piccole furbizie che rischiano di minare la sua credibilità, magari anche aldilà dei suoi demeriti.
        Cordiali saluti.

        • gigi ha detto:

          Caro Roberto fa una bella cosa,tifa Vicenza e goditi la serie B. Alla mia credibilità ci penso io. A Vicenza ho imparato molto,sopratutto dagli errori. Questa è la mia forza,la forza che mi permetterà di allenare ancora per molti anni. In bocca al lupo per il campionato.

  7. Francesco Botti ha detto:

    Buongiorno Mister!
    E così con quello che qualcuno a Vicenza chiama colpo di “c…” la sua ex squadra è stata ripescata. Io credo che quel colpo di “c…” se Paolucci segnava il rigore si sarebbe chiamato miracolo di Cagni, ma quel penalty fallito è diventato addirittura per certi scriba “colpa di Cagni”! E nessuno pensa che probabilmente senza il suo ritorno il Vicenza non avrebbe potuto godere di questa botta di “c…” perchè, dato l’andazzo con Beghetto, non sarebbe arrivato neanche al quart’ultimo posto? Comunque ognuno è libero di dire ciò che pensa, ma io che la conosco da lunghissimo tempo non posso accettare il commento del Sig. Ferretto sullo scarso lavoro tecnico-tattico attribuito ai suoi allenamenti! Sicuramente Mister Breda avrà il suo metodo, così come tutti gli allenatori, ma i rancori personali il Sig. Ferretto dovrebbe scriverli sul suo diario, non sui siti net o sui giornali…E si permette pure di classificare il suo valore in “modesto” perchè Lei nell’estate precedente non aveva avuto richieste da squadre di serie A o di serie B…Che strano metro di valutazione! Ma non mi voglio dilungare: chi ha seguito i suoi allenamenti ovunque Lei sia stato, sà quanto lavoro tecnico-tattico si sia compiuto!
    Un saluto nostalgico
    Francesco Botti (Piacenza)

    • Luigi Vicenza ha detto:

      Gentile signor Botti, temo che da Piacenza lei non abbia avuto la possibilità di seguire l’evoluzione dei fatti da vicino. Il signor Ferretto (che non ha certo bisogno della mia difesa, ma è solo per spiegarle i fatti come avvenuti) ha avuto la colpa di chiedere (e in quanto giornalista credo questo sia un suo diritto e un suo dovere) a mister Cagni se aveva individuato i motivi del tracollo della squadra nel periodo immediatamente precedente il suo primo esonero. A tale domanda il mister è andato in escandescenza (in diretta radio), promettendo successivamente che avrebbe parlato e detto tutto a fine stagione. Peccato che il giorno dopo la sconfitta di Empoli nel ritorno dei play-out mister Cagni ha lasciato Vicenza e non ha più voluto parlare, venendo meno a una promessa fatta.
      Ferretto ha fatto sue personali considerazioni sulle capacità tecnico-tattiche di mister Cagni, che possono essere condivisibili o meno ma non si basano su sentito dire o su deduzioni ma sulla visione praticamente quotidiana degli allenamenti a Isola vicentina.
      Mi chiedo poi perchè il signor Ferretto non abbia il diritto di dire la sua e di esprimere le sue valutazioni, anche sulle qualità PROFESSIONALI delle persone, su un sito. Se lo scrivesse in un blog, cosa cambierebbe? Non colgo la differenza. Un giornalista nei suoi contenuti non può scrivere il suo punto di vista? Certo che può, l’importante è che non manchi mai di rispetto e che sia trasparente nel manifestare il suo punto di vista.
      Tutto questo, ribadisco, non per fornire al signor Ferretto una difesa di cui non ha certo bisogno, ma per restituire una visione più veritiera di quanto avvenuto, o almeno una mia versione (informata, badi bene) della stessa.
      Un saluto a lei e a mister Cagni.

      • Francesco Botti ha detto:

        Buongiorno Signor Luigi di Vicenza,
        non tema: ho avuto modo di seguire l’evoluzione dei fatti da vicino (Piacenza non è così lontana…) e mi sono permesso di dire la mia opinione sul lavoro tecnico-tattico proprio perchè ho seguito parecchi allenamenti a Isola Vicentina… Per quanto riguarda il pensiero del Sig. Ferretto ho la sensazione che sia dettato da astio personale…almeno questo io ravviso nei suoi scritti, ma sono solo fatti suoi…. Volevo solo sottolineare che si può accusare di tutto Mister Cagni , ma non di scarsa professionalità e competenza tecnico-tattica. Tutto qui….
        Saluti
        Francesco Botti (Piacenza)

      • gigi ha detto:

        Nella mia lunga carriera ho sempre rispettato tutti i giudizi ma non quelli FAZIOSI e fatti per antipatia. Il sig. Ferretto e il sig.Ragazzi hanno fatto di tutto perchè io non tornassi,assieme ad altri dirigenti,sostenendo alla morte la candidatura di Beghetto. Io per dignità mi dimetterei perchè non avrei il coraggio di fare la B senza merito,anzi. Ripeto cosa ho detto sopra,ringraziate Masolo,Polato e Pasqualin che hanno permesso il mio ritorno. Oltretutto sono orgoglioso di avere ottenuto un risultato così importante SENZA UN EURO IN PIU’.

        • Antonio ha detto:

          Sono un tifoso del Vicenza e non accetto le falsità che scrive il sig. Cagni. Ferretto e Ragazzi hanno fatto di tutto perchè Cagni non tornasse? Ma se sono due giornalisti odiati dalla società perchè hanno il coraggio di dire le cose come stanno? Ferretto poi ha il grandissimo merito di aver predetto alla tifoseria vicentina con larghissimo anticipo come sarebbe finita questa stagione. Per la verità ce lo anticipa da ormai otto anni a questa parte, ma questo centra poco con l’argomento. Quello che è clamoroso è che Cagni dopo l’ignobile figura fatta a Pescara, davanti a Ferretto non ha fatto altro che, orecchiette basse, a ripetere scusa, chiedo scusa, non lo farò più e poi davanti ad una tastiera scrive falsità come quella che Ferretto ha voluto (come può esistere una balla del genere …) beghetto quando a Isola ho assistito personalmente ad un duro confronto tra i due. Ma è solo un’esempio, Ferretto è il giornalista vicentino per eccellenza perchè non si piega, non ha legami con la società, sta dalla parte dei tifosi. E poi ha il grande merito che quello che dice, in tempi non sospetti, si avverra. Una conpetenza da applausi, altro che dilettante. Ma quando non si hanno elementi per ribattere si offende e lei signor Cagni purtroppo ormai ha collezionato così tante figure barbine che se solo avesse l’umiltà di guardassi allo specchio si renderebbe conto che sta sbagliando tutto. Perchè che lei sia arrigante e presuntuoso se ne sono accorti tutti, legga quanto scrive un giornalista di Reggio Calabria, caro Cagni: Quando ho appreso la notizia del ripescaggio del Vincenza ho sorrido due volte: il primo sorrido lo dedico a Roberto Breda che potrà confrontarsi in un campionato che più gli appartiene, il secondo sorriso è ironico, lo dedico a Gigi Cagni che al termine dello spareggio perso contro l’Empoli ha dichiarato di non voler rimanere a Vicenza in Prima Divisione perchè il medesimo è un allenare di Serie A o B. Caro Cagni, hai 62 anni ma ancora devi imparare cosa vuol dire essere umili, e magari trasmettere questo valore ai ragazzi che in futuro allenerai, sempre se qualche Presidente pazzoide punti ancora su di te. Detto questo, faccio gli auguri a tutti i tifosi del Vicenza che con tanta dignità avevano accettato il verdetto del campo, un verdetto ribaltato dalla Giustizia Sportiva dopo un’estate caldissima sotto ogni punto di vista. Rosario Ligato
          E ora se la prende pure anche con il sig. Ligato, ormai non sa fare altro che che scrivere davnti ad un computer

    • gigi ha detto:

      Certo che il nostro mestiere è proprio unico. Siamo dei professionisti giudicati da dilettanti(Ferretto è un publicista e non un giornalista professionista)che quest’anno rifaranno la B per merito di un allenatore che hanno fatto di tutto perchè non tornasse. La cosa mi diverte molto perchè non posso certamente preoccuparmi dei giudizi di un dilettante. Rispetto molto di più il giudizo di qualsiasi tifoso perchè disinteressato e certamente più qualificato.

      • Vladio ha detto:

        Sono daccordo con Lei Mister. Lei ha sempre dato dimostrazione di essere un professionista serio e lo ha dimostrato sul campo in tutti questi anni di lavoro. E’ penoso vedere come gente incompetente (che spesso sono proprio dirigenti di squadre di calcio e giornalisti sportivi) si permette di giudicare l’operato di persone che, come Lei, il calcio ed i calciatori li conosce bene. Tutti sono capaci di esaltare una squadra, un allenatore o un giocatore quando le cose vanno bene. La competenza si nota invece quando si tratta di analizzare obiettivamente un momento sfavorevole e cercando soluzioni, non colpevoli. Grazie per quanto ha fatto a Vicenza Mister. In bocca al lupo

        • gigi ha detto:

          Ho lottato per anni contro il dilettantismo in un ambiente altamente professionale. Impossibile perchè in Italia non ci sono regole ecco perchè ho sempre rispetto solo per il tifoso che PAGA.

  8. Elena ha detto:

    Io ho sempre letto e sono stata zitta, ma ora mi sento di dire una cosa: sono stanca di tutti sti battibecchi , incolpare tizio o caio. Ed è triste xche io dopo quasi un mese da quella maledetta sera al castellani non riesco a riprendermi e in più ci aspetta la Lega Pro…ma quando dico ci aspetta intendo a noi che DAVVERO amiamo il Lane…non certo a quelli che se ne sono andati o stanno andando.Quindi x cortesia abbiate rispetto x una tifoseria che soffre nelle mani del nulla ( società ) e dell’ ignoto.
    Grazie x la comprensione.

    • manuel ha detto:

      Concordo in pieno con Elena. Ma cosa avremmo mai fatto di male NOI TIFOSI del Lane per meritarci un’agonia simile !!! Per il resto spero la finiate con i battibecchi, personalmente VI CONSIDERO TUTTI, E SOTTOLINEO TUTTI, RESPONSABILI di averci portato nel baratro. Questo è quanto penso io!!!

      • attilio ha detto:

        son tutti degli …..”SCHETTINO”! ma …PROPRIO TUTTI!!!
        ed invece, alla n/s spalle, giocano allo “SCARICABARILE”!
        A TUTTI I LIVELLI, IRRESPONSABILI !!
        al peggio non c’è limite….purtroppo!!!

        • manuel ha detto:

          E comunque mister Cagni, non mi venga a dire che il suo atteggiamento è stato sempre lo stesso. Parlo del tecnico Cagni durante le partite; dal suo arrivo fino a dicembre, in panchina era una furia autentica, un continuo sbracciarsi ed urlare. Da gennaio fino all’allontanamento se ne stava buono buono a braccia incrociate , salvo poi rivederla nelle vesti del primo Cagni al successivo ritorno. Credo che indubbiamente possa essere successo qualcosa (mancato rinnovo di contratto che lei avrebbe meritato alla grande a gennaio????), però a me di vederla mogio mogio davanti alla ns panchina non mi rendeva felice. Se lei ce l’aveva conn qualcuno della società, sicuramente a ragione visto i personaggi, doveva a mio modo di vedere mantenere sempre lo stesso atteggiamento. Per questo ripeto quello già detto nel post precedenti. Vi reputo tutti colpevoli del dolore che ci avete arrecato, società, tecnici, giocatori, ma anche staff medico e sanitario!!!

          • gigi ha detto:

            Non mi tolgo dalle responsabilità ma non imputarmi il fatto che io non urlassi perchè forse non hai visto le partite da gennaio in poi compreso Varese.

  9. andrea ha detto:

    mi vengono in mente i polli di renzo nei promessi sposi. venivano portati al macello e si beccavano tra di loro. Il problema non sono cagni, ferretto, ragazzi 1 e 2… al macello sono stati portati anche loro da qualcun altro

    • Roby ha detto:

      Complimenti a tutti, noi qua a Vicenza diciamo che vi comportate come i “bocie”..!!! Colpa mia ..noo colpa sua… Ecco che le magagne piano piano stanno venendo a galla. ALTRO CHE CHIARIMENTI ESAUSTIVI !! E noi tifosi qua ad ascoltarvi. Grazie per la C, noi saremo qua l’anno prossimo, non so se rendo l’idea….

      • attilio ha detto:

        buon giorno ai “veri” tifosi del LANE,
        mi riservavo un commento alla partita di Empoli, ….
        che c’è da commentare?
        “In questa partita si è visto quel poco di buono ed il peggio del campionato scorso” non poteva che finire così!!!
        “…solo un miracolo…….”che, si stava per materialzzare e, come in tutti questi anni, la “squadra ha perso, l’ennesimo treno”!
        Sul mercato …… Svenduto Abbruscato e preso un ulteriore attaccante, simile ai mediocri che già abbiamo,….a che prò?
        forza Paolo! … chi te li fa fare stì investimenti….anonimi?!?!?

        Continuiamo così e nel futuro dovremmo tifare “REAL VICENZA”! Almeno nel nome ci ricorda qualc’osa!!

        Come si legge nel “blog” …etc. etc….., nessuno ha le palle per confessare i propri errori.
        e con questo chiudo stà pessima e “torbida” stagione ……
        augurando un futoro migliore,
        ciao a tutti e forza LANE, SIEMPRE!?!?!

  10. Luigi ha detto:

    Buongiorno mister,
    volevo chiederle, per lei anche gli infortuni sono una questione esclusivamente mentale? Per lei è giusto omettere di dire a un giocatore le sue reali condizioni fisiche, in altri termini dirgli una bugia?
    Grazie se vorrà rispondermi.
    Avanti Lanerossi, sempre.

    • diego bozzetto ha detto:

      Caro Cagni,in un mio post del 10 giugno, l’avevo esortata ad andare a Tva Vicenza, per mantenere la sua promessa di spiegare le motivazioni della retrocessione ai tifosi biancorossi. Non l’ha fatto e mi ha deluso molto.Ha motivato la sua decisione con l’opportunita’ di evitare polemiche da cui poi non si sarebbe potuto difendere. Bene ora vada a leggersi le accuse pesanti mosse nei suoi confronti dal Dottor ragazzi sul sito biancorossi.net ; come vede sarebbe stato opportuno mantenere le promesse e chiarire quello che era successo, tanto le polemiche e le critiche si sono manifestate lo stesso.

      • gigi ha detto:

        Vedi la differenza enorme fra me e il dott.Ragazzi è che lui vive di queste cose non potendo mettere in mostra altre qualità. Guarda caso lo fa sul sito gestito dal fratello. Per il prossimo campionate dovete essere bravi voi a valutare chi vuole veramente bene al Vicenza.Io farò sempre il tifo qualsiasi cosa venga detta,non ho paura della gente scorretta e senza etica professionale.

        • giovanni ragazzi ha detto:

          vedi gigi, la differenza vera è che fra te e me c’è l’incapacità di fuggire, come hai fatto tu. ti sei ben guardato da metter i tuoi occhi dentro i miei, come ti avevo invitato a fare, ma te ne sei guardato bene sapendo che i miei non si sarebbero abbassati. Quando vuoi e come vuoi citiamo argomenti veri, non falsità o illazioni, di persona se vorrai, come vorrai, quando vorrai e dove vorrai, ma temo che la tua sarà l’ennesima fuga. E il sito non è, come di sicuro sai, gestito da mio fratello, il quale scrive con nome e cognome; l’intervista è di altro giornalista. per rinfrescare la memoria basterà che tu vada indietro nel tuo stesso blog e guardi le cose annunciate a dicembre non a me, ma ai tifosi che ti scrivevano, poi smentite purtoroppo per te e per il vicenza dal prosieguo. e se insisti nella fuga potrei pubblicare una mail da me scritta in tempi non sospetti alla direzione in cui adombro la possibilità di tornare proprio per causa tua nella precisa situazione in cui, guarda caso, siamo puntualmente finiti qualche mese dopo. Io non ho blog personale, dichiaro il mio pensiero a chi lo chiede, senza paura; ho mille difetti, non quello di fuggire e di esprimere sempre il mio pensiero. E sulle qualità che posseggo o meno sei proprio l’unica persona cui conviene astenersi dal farlo: il curriculum dei tuoi ultimi anni parla, purtroppo, per te e lo fa in maniera impietosa. Sai che sono sempre disposto ad ogni tipo confronto con te sul lato meramente scientifico; sul lato umano, scusa, non c’è partita: hai evitato di venire a confronto con me quando sono uscito sbattendo la porta dal tuo studio (hai dimenticato?) e mi hai mandato qualche “pizzino” vocale attraverso altra persona pur avendo il mio numero di cellulare (se per caso l’avessi perso chiama pure in sede a chiederlo). Giovanni Ragazzi

        • Marco Marangoni ha detto:

          Allucinante quello che ha scritto Sig. Cagni, veramente allucinante!
          non conosco di persona ne lei ne il dottor Ragazzi, ma visto il suo comportamento e la fuga dal confronto promesso alla stampa e a tutti noi tifosi, faccio fatica a non dire che la sua parola vale molto poco!

        • Andrea Ragazzi ha detto:

          Egregio sig. Cagni, noto purtroppo che la sua cattiva abitudine di non rispondere nel merito e arrampicarsi sugli specchi non passa. Così come il vizio manipolare la realtà dei fatti. Biancorossi.net è un sito gestito da un’associazione formata da 9 (nove) soci fondatori. Io ne sono l’editore, il direttore (e quindi gestore del sito stesso) è Nicola Gobbo, che ha firmato il pezzo su mio fratello. Non mi pare che lei schifasse le sue interviste, nel suo infausto periodo vicentino. Ma ora evidentemente è più comodo denigrare che spiegare. Peccato. Sempre aperto al confronto, la saluto con immutata stima.

          • gigi ha detto:

            L’infausto periodo è quando non ci sono stato caro il mio Andrea basta vedere i punti,a cui voi vi aggrappate quando non vengono i risultati,e che non avete mai citato mettendoli a confronto la correttezza intelettuale non si compera.In 40 anni da professionista non mi è mai capitato di vedere una polemica così aspra per il cambio di un dottore. C’è qualche cosa che mi sfugge…..come non ho mai visto che un dottore possa essere così protagonista e determinante in una squadra.

            • Andrea Ragazzi ha detto:

              Italiano compatto – Dizionario della Lingua Italiana © 2010 Zanichelli editore: infausto [in-fàu-sto] aggettivo:
              “che porta dolore e tristezza, che è molto sfortunato”.
              Esempio: un giorno infausto.
              Intellettuale va con due elle.
              La sua grande correttezza e personalità l’ha dimostrata quando ha citato Baldini di fronte ai suoi giocatori (e di fronte a testimoni), per poi rinnegare le sue stesse parole.
              In merito, perciò, non prendo lezioni da lei, ma da chi ha il coraggio delle proprie parole e azioni.
              I suoi punti non mi interessano, quelli del Vicenza sì: alla fine sono stati playout e retrocessione, esito infausto.
              Si contraddice da solo: se un dottore non può essere così protagonista e determinante in una squadra, perché cacciarlo?
              Rimanga nel suo brodo mister, la polemica con lei non mi diverte, prediligo il confronto aperto con chi ha vera onestà intellettuale (quella con due elle).
              Per me finisce qui.
              Con immutata stima.

              Andrea Ragazzi

    • gigi ha detto:

      Non devi dire una bugia ma sapere come gestire la psicologia di certi soggetti. Non è dire bugie se tu nascondi la vera durata dell’infortunio se questo serve a migliorare la guarigione. Il 50% della guarigione di una malattia,di qualsiasi tipo,è strettamente legata all’aspetto psicologico.

      • Marco Marangoni ha detto:

        Qui non stiamo parlando di tumori o altro, si parla di infortuni muscolari… se uno ha uno stiramento ad un legamento e non viene curato in modo giusto si peggiora il tutto! c’è una grossa distinzione da fare da malattie ed infortuni. Poi sta tutto nella voglia della persona di guarire ed inpegnarsi prima possibile nel risolvere il problema ma se uno non sa cos’ha come può farlo? Io penso che le persone DEVO sempre sapere il 100% dei problemi e anche delle malattie gravi, perchè hanno diritto di avere una possibilità di combattere! e se loro sono “deboli” e non riescono è compito di chi c’è vicino di dare forza,speranza e carica psicologica.
        Spesso, nella vita, si evita ciò e si dicono mezze bugie o mezze verità perchè è molto più comodo e più facile e meno impegnativo.
        La psicologia ha un influenza superiore al 50% sia sulla guarigione ma anche sulla creazione di problemi e malattie stesse.
        Il problema però è saperla usare nel modo corretto.

    • gigi ha detto:

      Vedi cosa vuol dire parlare senza interlocutore,vuol dire essere scorretti e senza etica. Comunque io non ho mai detto al dott.Ragazzi di non dire la DIAGNOSI(non sarebbe professionale)ma non dire I GIORNI DI RECUPERO. Non credo sia una cosa così difficile dire soltanto”vedremo dipende da come reagisci alle cure”. Questo è quello che io avevo chiesto di fare.

      • Giovanni Ragazzi ha detto:

        Vedi cosa vuol dire parlare senza aver avuto il coraggio di mettere gli occhi dentro agli occhi, caro gigi, e con questo chiuderò la stucchevole diatriba fra noi (ti ricordo che hai un blog ed hai avuto mille modi di dire il tuo pensiero, contrariamente a me, ma perfino la volta che dovevi comunicare a me le tue illuminate strategie mi hai convocato davanti alla squadra schierata perchè forse ti mancava quella merce rara che si chiama coraggio, o sei riuscito a dimenticare pure questo? Infatti per te il Vicenza sarà una squadra come un’altra per la quale ti sei fatto pagare e chiesto di essere pagato una seconda volta pur essendo obbligato ad allenarla (complici i sodali della società a te caratterialmente affini e così diversi da me per mia fortuna), mentre per me è la squadra che amavo da bambino ed amo tuttora come una donna affascinante che mi fa soffrire e per la quale avrei pagato pur di farne parte. Allora vedrò per l’ultima volta di farti capire alcuni numeri che ti avrei spiegato se la tua mente non fosse stata offuscata dalla tua assurda presunzione di conoscere e capire tutti gli aspetti di una professione che, forse non te ne sarai accorto, ma si è evoluta da quando con il numero cinque marcavi a uomo il numero nove. Hai rilevato da Silvio Baldini una squadra in discrete condizioni fisiche, le hai dato certamente brillantezza e rapidità in modo da poterne cogliere dei frutti a breve e medio termine; forse non segui i tuoi colleghi che fanno il tuo stesso lavoro quando non alleni (e negli ultimi anni hai avuto parecchio tempo…….), cioè fanno critica di cucina senza saper più cucinare o di cinema senza più saper dirigere un film, ma a novantesimo minuto hanno spiegato molto bene che stavi usufruendo di un lavoro non tuo e che nel frattempo ti eri dimenticato che ogni tanto il serbatoio va riempito (o Somma era in contatto e d’accordo con me, per caso?). Così a gennaio, molto diversamente da quanto avevi presuntuosamente previsto e dichiarato sul tuo blog la squadra non andava nemmeno a spingerla; e quando citi Varese ai play off forse dimentichi quando, con me in panca, ho potuto sentire con le mie orecchie la tua bocca saccente pronunciare la frase “guarda con che squadra mi tocca perdere”, ignorando che la squadra di un tuo collega, attualmente capitato con pieno merito in serie A, ci stava letteralmente nascondendo il pallone perchè correvano sapendo cosa fare mentre noi arrancavamo a vuoto senza saper come e dove correre. E di nuovo hai trovato una squadra in forte crescita dopo il lavoro atletico fatto dallo staff di Beghetto per colmare le tue insipienze, su cui basare il nuovo lavoro del quasi miracolo che ti attribuisci. Questo dicono i dati medici che io serbo ben stretti e sono comunque a tua disposizione, e che tu certo non possiedi dato che basta la tua sicumera a suffragare il tuo pensiero di argilla. E sui punti per arrivare ai play out vorrei solo ricordare che nelle partite vere riesci a vedere, forse, il pallone alla fine di una gara giocata in casa di una squadra che non doveva nemmeno arrivare ai play off (sai, la squadra di quello che lo scorso anno era in serie C e il prossimo anno sarà a Roma, ti dice nulla?) e nelle due gare di play out raccogli un punto solo, in casa; le altre erano contro squadre, per essere giusti non conoscendo altre verità, con la testa già in ferie e quindi poco propense a giocare con il coltello fra i denti. Chiudo con una chicca (una mail spedita alla direzione in tempi non sospetti) e una nota personale, cioè sul perchè il medico fosse così rilevante: perchè ho sempre lavorato per la mia squadra del cuore, concetto forse a te sconosciuto, cercando di distillare il meglio dalle mie conoscenze, magari per ridare al Lane atleti arrivati con la patente di giocatore finito (serve l’elenco?) o di contribuire con qualche punto frutto di recuperi impensati alle salvezze risicate di questi anni. E ora, tutto per te, quello che ho sempre avuto il coraggio di pensare e comunicare di te come professionista e uomo. Ora ti dimetto per sempre dalla mia vita, come paziente di cui non si prevede ritorno; e se per caso mi venissi senza volere in mente, basterà un rapido gesto del pensiero, come si usa fare con la mano per scacciare insetti piccoli e molesti.
        Caro (…)non riesco a tacere alcune cose, sapendo che poi non tornerò più sull’argomento, per me definitivamente chiuso e che cercherò di esprimere pacatamente, ma con altrettanta fermezza. (……) Sul Cagni professionale ho sempre espresso le mie perplessità in tempi non sospetti; quando mi dicevi giustamente che ci aveva tolto dall’inferno ti ho risposto, se ricordi, che lì ci avrebbe probabilmente potuto riportare; non è professionale che un allenatore non abbia voluto avere nessun rapporto di nessun tipo con lo staff sanitario, almeno per capire il suo pensiero, non è normale che consenta al suo preparatore di agire allo stesso modo, non è normale che non abbia mai voluto sapere com’era l’andamento degli infortuni, non è normale che non abbia mai voluto sapere cosa suggerivano gli esami, non è normale che esiga dal medico una costante menzogna nei confronti dei giocatori, non è normale che stravolga l’impianto di una dieta senza neppure un confronto per decidere se la zona va bene per tutti a campionato inziato o il germe di un dubbio sul perchè squadre di livello ben superiore al nostro considerino il reintegro dei carboidrati fondamentale nel post-gara. E quando la classifica non imponeva certo di correre rischi (ripresa dopo la sosta di Natale) le sue decisioni hanno portato a perdere stupidanente giocatori importanti come Rossi e Botta, o a complicarne il recupero come nel caso di Baclet. (……) Del Cagni uomo ho una pessima opinione, ma in nessun momento ho fuso nella mia testa i due aspetti cui fai cenno. (…..) Spero che la lunghezza del messaggio non ti sia pesato e che quello che volevo dire sia stato reso con sufficiente chiarezza; lo spero perchè, definitivamente, su Cagni professionista e uomo non tornerò più: ragionarci ancora non serve alla salvezza. (…….).
        Mi scuso per la lunghezza di questo comunicato, inevitabilmente necessaria con chi ha sempre fuggito il confronto diretto. Giovanni Ragazzi

        Folders User Profile Logoff

        • gigi ha detto:

          Vedi la differenza enorme fra me e te è che tu hai messo sul blog quello che,professionalmente,dovrebbe rimanere nello spogliatoio. Questo difetto ti è costato molto,non ero il solo a non volerti.Non credo che Somma sia il massimo della conoscenza della preparazione,basterebbe confrontare le carriere. Comunque spero che questa diatriba con la fam Ragazzi finisca qui,i lettori giudicheranno. Per tua conoscenza farò sempre il tifo per il Vicenza con sincera riconoscenza anche se ho fatto solo qual che mese.

          • titta ha detto:

            Che tristezza!!!

          • Fusca ha detto:

            Certo Sig. Cagni, i lettori giudicheranno. Se c’è una cosa che ho imparato, è che chi si vanta in continuazione di dire sempre ciò che pensa, in genere è il primo a mettetertela nel di dietro. Sono l’ennesimo tifoso del LANE che sente un dolore forte proprio là dietro e che pensa che di questo dolore deve ringraziare anche Lei e non certo il Dottor Ragazzi.

            • gigi ha detto:

              E fai male.

  11. Roby ha detto:

    32 GOL in due stagioni questa è la risposta a chi ha difficoltà con la digestione…sto parlando naturalmente di Elvis. “andremo a Pescara in pullman” questo è quello che ci ricorderemo di Paolucci. A proposito di chi l’ha visto, belle le prestazioni di TUTTA la squadra da Natale in poi, troppo comodo prendersela solo con un singolo giocatore!!! Si parla del ritorno di Abbruscato, bene, vogliamo parlare del girone di andata di Paolucci?? Ah ma ci ha fatto gli ultimi gol pesanti per la salvezza. Ma come vede il calcio la gente..? Boh

    • attilio ha detto:

      Olà..
      probabilmente noi, tifosi del LANE, abbiamo il palato…. fine, e/o…viviamo di ricordi!
      certo……il passato…..MA…quante cose son passate, e….quante ripagano la serie “C”?

      QUEL CHE CONTA NON SONO LE “NOSTALGIE” MA L’ATTUALE!!!!

      CON O SENZA ELVIS/PAOLUCCI, SEMPRE “C” RIMANE!!!

      non si può vivere di soli ricordi…
      SVEGLIAMOCI!!!!
      Ciao!

  12. Roberto ha detto:

    Buongiorno Mister,
    premetto che mai avrebbero dovuto esonerarla. Se fosse rimasto, avremmo fatto quei 5-6 punti in più che ci avrebbero salvato. Ma è solo una mia idea e non c’è controprova. Continuo a ritenere il tecnico Cagni un buon tecnico. Sono rimasto deluso dal “personaggio ” Cagni ( la persona non mi permetto di giudicarla visto che non la conosco). I motivi della mia delusione sono:

    1. L’uso dell’espressione “prendersi a coltellate” mi è sembrata fuori luogo (ho apprezzato però le scuse, meno la trovata mouriniana “l’ho fatto per distrarre l’attenzione dalla squadra…” troppo comodo!)
    2. Un’eccessiva sicumera (avrei gradito a fine stagione una serena autocritica condivisa con i tifosi)
    3. Le mancate spiegazioni che erano state da lei promesse. Non ci venga a dire che non l’ha fatto perchè non avrebbe avuto senso. E’ l’unica cosa che avrebbe avuto senso fare. Se è sicuro di ciò che pensa e ha fatto non deve temere le polemiche. Le repliche le potrebbe sempre fare (i canali non le mancano) ma la gente di Vicenza ha diritto di sapere! In ogni caso, perchè non ha detto subito che le spiegazioni sarebbero arrivate solo in caso di salvezza? Sarebbe stato più corretto, e un’intera provincia non si sarebbe poi stupita della sua mancata partecipazione a Rigorosamente Calcio.
    4. La frase sulla Lega Pro. Capisco perfettamente le sue ragioni e le condivido: nench’io al suo posto andrei in Lega Pro con una società senza progetti. Ma in quel momento, a caldo, dopo quello che era successo, avrebbe dovuto glissare ed evitare questa irrispettosa caduta di stile.

    Al dilà delle scelte tecniche, credo che lei abbia commesso questi 4 errori. Mi dispiace molto, l’annata è stata disgraziata per tutti e tutti abbiamo fatto “slittare la frizione” in qualche circostanza. Pertanto ci sta che sia scappata anche a lei…
    Solo speravo che la sua esperienza e la sua carriera l’avrebbero protetto di più. Purtroppo, e noi a Vicenza lo abbiamo imparato sulla nostra pelle, il Blasone non basta.
    La ringrazio comunque per l’impegno che ha profuso. Buona fortuna.

    Roberto- Vicenza

  13. Marco Marangoni ha detto:

    Signor Mister Cagni, ho letto tutte le sue risposte e non solo non le condivido, ma credo che sia una mancanza di RISPETTO verso tutti noi tifosi del LANE…
    ha promesso di parlare e farci capire…
    per le repliche c’è il giornale di vicenza, biancorossi.net, il suo blog ecc.. ecc.. ecc.. quindi, per me, le sue sono SOLO SCUSE.

    Perchè c’è stato il black out di gennaio?
    Perchè al suo ritorno sono stati epurate varei persone?
    e molte altre domande CHE LEI HA PROMESSO DI RISPONDERE!

    Chi fugge e non mantiene la parola data, o nasconde qualcosa (magari errori personali fatti) o non vale granchè la propria parola…
    Così, comunque, anche lei, passa dalla parte del torto come tutti quelli che si sono succeduti negli anni e che hanno parlato ma solo per riempirsi la bocca di paroloni.

    Confido, ma so che moltissimi altri come me, in una sua marcia indietro con relative spiegazioni!

    Marco Marangoni

  14. nevioz ha detto:

    BLA BLA BLA.

    Ci spieghi! Ce lo deve. Ce lo ha promesso.
    Per ribattere, in caso, c’è sempre il blog.

    • attilio ha detto:

      certo che di positivo quest’anno….non è rimasto proprio nulla
      “I FATTI” solo quelli contano….il resto passa…
      sicuro che, tutti gli allenatori avvicendatisi alla guida di questa “squadra”….non passeranno alla storia del LANE…….
      parole…parole…parole…
      parole…parole…parole…
      soltanto parole!!!!
      …..e niente spiegazioni……

  15. attilio ha detto:

    buon sera a tutti i veri tifosi e frequentatori del blog,
    non ho alcuna intenzione di far la mia analisi della partita…acqua passata…però quel “giù le mani da Elvis” non riesco a digerirlo… “CHI L’HA VISTO?”
    quì si evince una cosa, tutti contro tutti ….ma, la vera verità?
    e noi tifosi,ognuno con le proprie idee, ne paghiamo le conseguenze. …..
    SPERIAMO SOLAMENTE… CHE LA MALA-GIUSTIZIA…FACCIA GIUSTA-GIUSTIZIA!!!
    COMPLIMENTI A TUTTI I “RESPONSABILI” ora siete in voga!!! QUALCUNO CHE ASSUMA LE PROPRIE RESPONSABILITA’….MAI!

    Arrivederci, VECCHIO E TRISTE LANE!!! gli altri ….passano!!!!

  16. Fabio ha detto:

    Mister Cagni, volevo ringraziarla per il lavoro svolto con passione e professionalità… con la speranza che il nuovo Vicenza abbia persone come lei, in grado di dare tutto per questa maglia!
    con stima

    Fabio

    P.S. per chi vorrebbe svelati certi retroscena, ritengo che a conti fatti non serva proprio a niente…meglio darsi da fare per l’anno prossimo,

    • gigi ha detto:

      E’quello che ho fatto non avrebbe avuto senso dopo quello che è successo.

      • Marco ha detto:

        Mister, ci può solo spiegare il “mistero” Possebon???

        • gigi ha detto:

          E’stato un mistero anche per me.

  17. Goldrake ha detto:

    Salve mr. Cagni, sono tifoso del Vicenza ( soprattutto quello vero, non questo surrogato che ci viene venduto ultimamente come tale ), e ci tengo a ringraziarla molto per il suo lavoro. Già arrivare ai playout è stato un miracolo.
    Mi dispiace molto che certi aspiranti giornalisti abbiano il coraggio di denigrare il alvoro che ha svolto a Vicenza. Li giustifico solo perchè dopo questi anni passati con una società di questo livello, siamo ormai al “tutti contro tutti” e si è perso il lume della ragione.
    La vorrei ancora sulla nostra panchina l’anno prossimo, ma con la società che Vicenza meriterebbe e non con questa ( sia in lega pro o serie B, non importa ).
    La saluto

    • gigi ha detto:

      quelli come te meritano il meglio ma,purtroppo,sarà difficile. In bocca al lupo.

  18. attilio ha detto:

    TIFOSI TUTTI, che tristezza, che magone….
    ma dov’è la n/s storia ed il n/s blasone?
    “tanto siamo sicuri che in “C” non ci andremo….”
    siam circondati da chiaccheroni, a tutti i livelli di responsabilità
    vorrei vedere chi si chiama fuori…!!!!!!!
    son tornato ieri sera, ora mi riguardo la registrazione della partita…..
    a dopo il commento
    ciao

  19. Max ha detto:

    grazie lo stesso mister ci pensi bene prima di decidere il suo futuro noi la vogliamo ancora sulla panchina del l.r.vicenza

    • giovanni da lugo ha detto:

      buona sera mister…..ho sempre difeso e stimato la sua persona..però me lo lasci dire…….la sua ultima uscita “in lega pro con il vicenza non ci vado merito altre categorie” mi ha lasciato un pò perplesso…….speravo che in questi mesi si fosse un po’ affezzionato ai colori biancorossi……..invece putroppo anche lei come gli altri fà parte di questo maledetto calcio moderno dove non conta la maglia ma solo denaro e ambizioni personali……..nonostante tutto la ringrazio per il lavoro svolto…….buona fortuna!

      • gigi ha detto:

        Posso capire il tuo dissenso per la mia risposta ma ho detto la Pro con NESSUNO. Il motivo è semplice perchè nessuno ti può dare un programma serio vista la situazione economica. Metterci sempre la faccia per gli altri non mi sembra il caso.

  20. Michele ha detto:

    Salve mister Cagni, volevo farle i complimenti perchè ha fatto il possibile per salvare il vicenza. E’ un forte colpo per tutta la società, i tifosi e la città, soprattutto per come è andata la partita, per ciò che è accaduto, fa ancora più male. Il suo ritorno almeno ha portato qualche speranza in più. Spero che il suo carisma, il suo impegno, la sua determinazione e la sua competenza rimanga anche nella prossima stagione, che sia lega pro o serie b. Spero che il suo cuore faccia una scelta di cuore, perchè non ha senso andare via dove si è stati bene. L’ha detto lei che si è trovato bene. Qui si può lavorare con molte meno pressioni, c’è centro tecnico all’altezza delle grandi di serie A, un tifo invidiabile, una società storia, un’ambiente dove chiunque può fare bene se è competente, e lei lo è. Inoltre è arrivato un nuovo presidente(o meglio qualcuno che rappresenta la società), una persona che ci tiene al Vicenza, che tifa il Lanerossi e che vuole portare questa gloriosa società dove merita. Sperando di vederla in panchina anche la prossima stagione, le faccio un in bocca al lupo. Grazie ancora Gigi.

    • gigi ha detto:

      Per la tifoseria rimarrei in qualsiasi categoria.In bocca al lupo.

  21. andrea morello ha detto:

    buongiorno
    prendo atto che domani lei non ci sara a spiegarci come promesso a rigorosamente calcio
    e’ una delusione nella delusione
    una mancanza di rispetto verso noi tifosi
    ha ancora 24 ore per tornare sui suoi passi altrimenti ovvio che il ns parere su di lei non potra che cambiare
    buone ferie allora
    andrea morello
    molto tifoso del vicenza!

    • Paolo C. ha detto:

      Mister Cagni, l’attendiamo domani alla trasmissione Rigorosamente Calcio di TVA, come aveva precedentemente promesso ai tifosi vicentini, così da poter rispondere ai vari quesiti rimasti senza risposta da gennaio. Se non sarà presente dovremo rivedere la nostra considerazione sul Cagni uomo.
      Confido che lei sarà presente.

    • gigi ha detto:

      Avrei detto tutto se ci fossimo salvati perchè sarei rimasto e avrei potuto controbattere le polemiche successive. Così non avrebbe senso.

      • andrea morello ha detto:

        forse ha ragione….ma per noi sarebbe importante capire cosa e’ successo…per sapere chi abbiamo di fronte ancor meglio e non parliamo di lei. noi con qs dobbiamo andare avanti. se un giorno vorra’, anche piu avanti, quando la ferita sara’ un po’ piu fredda, noi saremo qua….grz cordiali saluti
        am

        ps 433, ci riprovo: perche’ con qs vi no?

  22. manuel ha detto:

    Egr. Sig. Cagni,
    se non parteciperà alla trasmissione di rigorosamente calcio, ci spieghi solo alcune cose; cos’ha fatto di male il dott Ragazzi? E il prof. Talenti? E Paolo Cristallini?? Come mai Scwoch non e’ stato allontanato? E soprattutto, è stato lei a dare il benestare alla cessione di Fausto Rossi , unico vero giocatore di qualità che avevamo in rosa, non a caso nazionale under 21 !!! credo visto com’è andata , ci debba alcune risposte.
    Grazie sin d’ora

  23. alberto ha detto:

    buongiorno mr a 2 giorni dalla retrocessione fa ancora male..comunque grazie lo stesso…e spero come se lo auguro in tanti che lei rimane per poter ricominciar una nuova era.

  24. Giuliano ha detto:

    Buonasera mister Cagni.

    Grazie per aver provato a salvare il Vicenza, credo che lei in questo mese abbia fatto il massimo possibile per salvare il salvabile e spero che possa rimanere anche per la prossima stagione (magari ancora in serie B, grazie a qualche ripescaggio). Di certo la retrocessione sul campo non è da ascrivere alla partita di ieri ma è proprio il riassunto di una stagione storta, in cui l’unica scelta a mio parere felice è stata quella di affidare la squadra a lei. Poi in campo naturalmente ci vanno i giocatori e mi spiace che i nostri ragazzi, che pure reputo di buona qualità (Abbruscato, Botta, Pinardi, Gavazzi, il risvegliato Paolucci, potrebbero giocare anche in categoria superiore) quest’anno non siano riusciti a esprimere al meglio le loro potenzialità. Ora in ogni caso, sia che l’anno prossimo ci tocchi la C o la B (come spero) è opportuno che la società Vicenza Calcio tiri una riga e si metta una mano sulla coscienza per capire come ripartire nel migliore dei modi: al di là del fatto dei pochi soldi che oggigiorno girano, a mio giudizio quest’anno i dirigenti non hanno avuto sufficiente chiarezza di idee, vedi ad esempio il mercato di gennaio, in cui serviva almeno un difensore dell’esperienza di Zanchi e di un attaccante alla pari di Abbruscato e Paolucci che desse loro il cambio, piuttosto che andare a cercare un altro portiere, con tutto il rispetto per Carlo Pinsoglio, naturalmente. A che pro, poi, affidare la squadra a Massimo Beghetto in un momento così delicato della stagione? Nulla contro il buon Massimo, certamente,che si è ritrovato suo malgrado con una patata bollente fra le mani . Ma, come si suol dire, inutile piangere sul latte versato, ora bisogna fare quadrato e ripartire perchè i tifosi del Vicenza meritano almeno la B e lo hanno dimostrato anche a Empoli. Nella speranza di ritrovarla ancora sulla panchina del Vicenza la saluto cordialmente e le porgo in ogni caso i miei auguri per il suo futuro lavorativo.

    Giuliano (biancorosso di Como)

    • Diego Bozzetto ha detto:

      Caro Cagni, io l’ho sempre stimata.
      Aveva promesso che a fine anno avrebbe spiegato tutto alla stampa vicentina, andando all’ultima puntata di Rigorosamente Calcio, su TVA Vicenza.
      Se non dovesse mantenere la promessa, allora la considererò come uno dei tanti chiacchieroni che popolano il mondo del calcio.

      • manuel ha detto:

        caro diego son manuel da lugo, ora haimè da verona….purtroppo mi sa che è uno dei chiaccheroni!!! ho notizie che domani sera non ci sarà; dispiace anche a me, visto che a Pescara aveva promesso di dire tutto a fine stagione!!! Ma credo sia più comodo andarsene in questo modo, anche se secondo me , vista la stima che molti di noi avevano nei suoi confronti, alcune verità ce le doveva!! ciao diego, almeno tu risiedi in terra vicentina 😉

        • diego bozzetto ha detto:

          Caro Manuel, ero a Empoli e ho provato veramente sofferenza sia per la retrocessione sia per vedere tanta gente affranta.
          Per questo spero di vedere domani Cagni a Tva, ci deve una spiegazione su quello che è successo dato che l’ha promesso lui e dato che non ci sarà l’anno prossimo. Anche per quei tifosi come te che risiedono a Verona e stanno soffrendo ancora di più in questi momenti. Se non si presenterà in trasmissione lo metterò sullo stesso piano del furbastro di Gregucci, grandi e abili dialettici, ma uomini che non mantengono le promesse. Spero dunque di vederlo a Tva. Ciao e sempre Forza Vicenza.

          • gigi ha detto:

            Non sono certo ilm tipo che si nasconde e sarei andato a tva se ci fossimo salvati. Con la retrocessione cambia tutto.Se fossi venuto alla televisione e detto quello che pensavo come avrei potuto,poi,rispondere a tutte le polemiche che sarebbero nate i giorni dopo non essendo più a Vicenza? Da oggi conta che facciano le cose al meglio per la prossima stagione e non polemizzare con me.

  25. Rosario Ligato ha detto:

    Gigi Cagni è finito, altro che Serie A o Serie B, certe dichiarazioni non si fanno, specie a fine gara tra la delusione di tutti.
    Poi ci deve spiegare come si fa a perdere dopo essere in vantaggio di 2 gol a 30′ dalla fine.
    Vincenza è stata l’ultima società a dare fiducia a Cagni, se vorrà allenare ancora dovrà accontentarsi della Lega Pro, ringraziando pure.

    • Giovanni ha detto:

      L’invidia è una gran brutta cosa!

      • Rosario Ligato ha detto:

        Invidia per cosa, 1) Non si fanno certe dichiarazioni a fine partita.
        2) Se è un allenatore di A e B lo deve giudicare un presidente che gli affida la squadra, scusa se sono anni che Cagni è fuori dal giro. 3) Largo ai giovani che sono bravi e aggiornati, basta con i superati.

        • Giovanni ha detto:

          1)che non si fanno lo dici tu in base al tuo modo di vedere le cose,che la tua idea stia a metodo di giudizio su tutte le altre è tua personalissima opinione
          2)Ci mancherebbe che non possa giudicare l’operato suicida della dirigenza del vicenza
          3)Dai giovani dio ce ne scampi,soprattutto perchè la maggior parte crede di essere preparata perchè il calcio lo ha visto solo nelle pagine di un libro e crede che basti solo quello.

          Ripeto…l’invidia è una gran brutta cosa

          • Rosario Ligato ha detto:

            Sono invidioso di Jose Mourinho, non di Gigi Cagni!!!

            • Giovanni ha detto:

              Eppure sei qui a pensar di poter insegnare…
              per nascondersi dietro un dito questo dovrebbe essere un pochino più grosso.

  26. marco ha detto:

    Buonasera mister, nonostante la cocente delusione e tutto quello che si dirà trovo giusto ringraziarla per quanto fatto per il lane. Le colpe di questo disastro sono da attribuire ad altri, non a lei. Società in primis e poi i giocatori. Mi auguro capisca la rabbia e la delusione dei tifosi…dopo troppi anni grigi e avari di soddisfazioni è arrivata una retrocessione che più male non potrebbe fare per come è avvenuta.
    In ogni caso con lei qualcosa c’è stato e almeno abbiamo potuto crederci fino in fondo.
    Sempre forza lanerossi.

  27. Grazie di tutto mister.

    Rimanga.

    Per quelle tantissime persone che a Vicenza sono consapevoli che Cagni valga molto di più di quanto il campo possa aver decretato, che lo stimano profondamente e che glielo hanno dimostrato anche ieri ad Empoli.
    Lo faccia per rimanere nella storia di questo club, da lei tanto stimata: un gesto, vale sempre più di mille parole, perchè le parole se ne vanno pure col vento sfavorevole, i fatti mai.
    Il Vicenza non scompare oggi, le proprietà svaniscono, cambiano, ma i colori e la passione della gente no. Chi viene ricordato, come ieri Otero, è per la propria passione, per il proprio lavoro, per il proprio “sogno biancorosso”.

    Lo faccia per Lei. Con un risultato di livello, una preparazione atletica solo sua, può bissare il buon lavoro fatto fino ad oggi, senza ripartire, mi permetta, glissando, da altri lidi.
    Lo faccia per rispondere ai dubbi sull’andamento della seconda parte della stagione, per rispondere con i fatti, senza scegliere di affondare così come tutte le componenti di questa società.
    Si rilanci nel calcio che conta gridando con i risultati che questa non è stata solo una occasione mancata, una esperienza negativa.

    Già altri hanno scelto la strada più semplice, e sono comunque ricordati con piacere, come Iachini. Ora sta a lei scegliere cosa fare della sua carriera futura: ripartire da zero con un’altra realtà o rimanere e…ricostruire.

    La stima comunque permane. Scelga la gloria.

    Per quanto tutto questo non dipenda solo da lei, sperando in una concreta proposta della società (che almeno questo, di buono, lo potrebbe fare), ci pensi.

    Con stima,
    Roberto Ronzani

    • Nicola ha detto:

      Non credo proprio rimanga a Vicenza dopo le parole dette a Sky ieri sera in cui ha detto che lui e’ un allenatore da serie B o serie A,sicuramente non da serie C…io la ringrazio nonostante tutto ma un uscita del genere,appena dopo una partita che ci ha portati in serie C,poteva risparmiarla. Saluti,Nicola

      • Giovanni ha detto:

        Io le ho interpretate in un senso di prosppettive,probabilmente a Vicenza non ci sono neanche le condizioni per tornare in B.

  28. Paolo C. ha detto:

    GRAZIE Mister per tutto quello che ha fatto a Vicenza.
    Purtroppo l’epilogo è stato amarissimo per noi tifosi del Lane, ma ciò non è dipeso da lei.
    Un sogno di moltissimi tifosi: se possibile, continui ad allenare il Vicenza!
    Con profonda stima
    Paolo C.

  29. Paolo ha detto:

    Penso propio che quella di ieri sera sia stata la seconda delusione più grande in ordine di classifica dopo l’eliminazione in semifinale con il Chelsea del 98..!! Però questa è molto più grave, anzi retrocedere così fa ancora più male, perchè adesso ci aspetta un futuro pieno di incognite, a dir poco… Non voglio aggiungere altro, la delusione è tanta e stare qui a parlare di mettere un difensore in più o togliere un attaccante sinceramente non ne ho voglia, e poi a cosa servirebbe? Io so solo che vincevamo 2-0…e ci siamo suicidati da soli! E spero vivamente che nei prossimi giorni si eviti di parlare di errori tattici, gol evitabili e non..che tanto solo chi è VICENTINO DOC può capire l’ amarezza di questa retrocessione e che continuare a parlarne sarebbe come farsi/ci del male. GRAZIE DI TUTTO MISTER, a lei nessuna responsabilità e mi auguro che nonostante tutto conservi sempre con lei un bel ricordo di Vicenza. Salve

    • giorgio pivotti ha detto:

      Infatti non ne parlo ora né più avanti dei tre gol evitabili subiti dal Vicenza e delle loro cause dirette perché come dici tu non ne vale la pena, l’amarezza è tanta, uguale anche per chi come me non è tifoso del Vicenza ma ha cercato, ci teneva possibilmente salvarlo con i suoi consigli tecnico tattici e con l’impiego, ascoltato, di Abbruscato fin dal primo minuto della partita con l’Empoli.
      Quanto al Vicenza, cambiando prima le cose che vanno cambiate, i tifosi sicuramente non abbandoneranno la squadra il prossimo anno in C o prima serie prof., un solo anno perché il ritorno in B sarà immediato e spero nell’arco di due anni anche in A. Un progetto a media scadenza che con mister Cagni, sono convinto, si potrà realizzare considerata la sua esperienza cosi sentita, sofferta anche ma nello stesso tempo di grande crescita e maturazione professionale alla guida dei biancorossi.
      Far restare Cagni al Vicenza dipende soprattutto dai tifosi se lo vogliono per davvero.

      • attilio ha detto:

        caro Giorgio,
        mi faresti il favore di darlo invece, il tuo parere?
        ero all’estero e non ho potuto vedere la partita…..
        non ti dico la delusione, pensando che a 20 minuti dalla fine si vinceva 2 a 0
        ciao e grazie

        • giorgio pivotti ha detto:

          Siccome me lo hai chiesto mi sembra corretto risponderti anche se ora le parole contano poco.
          Sul GdV avevo pronosticato la vittoria del Vicenza per 2 a 1 contro il parere di molti che avevano commentato la sfida contro l’Empoli dura e impossibile per restare in B; quindi puoi immaginare quale contraccolpo abbia subito il mio stato d’animo passato dall’incredulità mista a contentezza del 2 a 0 al tracollo del 3 2 che dire delusione è poco.
          L’insieme di euforia e entusiasmo per i due gol segnati ha disunito improvvisamente la squadra che ha perso le misure lasciando giocare gli avversari invece di continuare ad attuare il pressing e l’anticipo due armi che fino al duplice vantaggio hanno funzionato alla grande bloccando sul nascere le incursioni, la fase offensiva dell’Empoli.
          La troppa precipitazione nei primi due gol con Maccarone lasciato libero sul cui tiro non c’è stata opposizione fisica frontale attiva e con Tavano ostacolato inutilmente perché stava cadendo a terra da solo essendosi allungato troppo il pallone in avanti, unitamente ad un calo di concentrazione, hanno causato il pareggio.
          Il terzo gol a fine partita non fa testo oramai le retrocessione era diventata irreparabile, Maccarone segna sfruttando la linea mancata della zona.
          Ciao.

          • attilio ha detto:

            film già visto, CD logoro…
            cmq ora mi guardo la partita che mio figlio ha registrato,
            un po’ masochista….
            e pensare che Gigi stava facendo il miracolo…me la voglio rivedere bene dal 2° gol del “brocco” Paolucci, perchè il Mister “doveva” costruire un “diga”,
            ….se non l’ha fatto…..
            SUL 2a 0 MAI E POI MAI SI DOVEVA PERDERE!!!!
            ciao
            grazie Giorgio

  30. andrea morello ha detto:

    buona sera mister
    il dolore e’ atroce ma le voglio scrivere a botta calda:
    grz per quello che ha fatto e trasmesso!
    pur se mi permette con qualche sbavatura, vista da fuori, non puo per esempio dire ai tifosi che lei e’ un allenatore di a e b dieci minuti dopo che si retrocede tutti in c, in fondo lei compreso!
    cmq, stava oggi completando il capolavoro, complimenti!
    l’aveva letto giusto anche lo spareggio
    nei 180
    la gestione e i cambi del secondo tempo a mio avviso sono stati favolosi
    certo da un difensore come lei mi sono chiesto perche’ subito sul 2 a 1 o 2 a 0 non ha messo zanchi o tonucci, anche con unadifesa a 5 magari, caspita si vedeva che brighenti e bariti a destra erano acerbi da soli per una battaglia finale come l’ultima mezzora!!!
    ero uno spareggio, mica una partita normale…
    io ero in tranche agonistica ma mai avrei pensato che un allenatore che vinceva a s.siro con empoli e piacenza con spesso sani catenacci, si facesse scappare l’occasione odierna!
    poi se segna il rigore paolucci siamo qui a portarla tutti in trionfo in piazza dei signori!
    il 4132 dal decimo del secondo tempo ad ogni modo veramente e’ stato meraviglioso
    il calcio offre emozioni pazzesche lo sapevamo, ma non mi era mai capitato in vita mia di toccare con un dito il paradiso e due minuti dopo essere di nuovo all’inferno
    ora, a maggior ragione, quando vorra’: ce lo deve!
    ci dica cosa e’ successo da gennaio a marzo….

    ps tecnicamente poi le ricordo che vorrei avere una risposta sul perche’ non ha MAI PUNTATO SUL 433….grazie se me la dara!
    secondo me con gavazzi e maiorino o bariti e mustacchio o pinardi si poteva fare….io sono un amante del 433, solo per questo eh?! e a mio avviso c’erano i giusti ricambi per farlo, parlo prima dell’infortunio di paro….

    ancora con stima nonostante la retrocessione che non puo farci capire che e’ solo colpa degli altri!
    lei continuera ad allenare perche se lo merita, vicenza probabilmente scomparira dal panorama calcistico forse anche professionistico, se lo ricordi comunque quando parlera con noi e di noi

    cordiali saluti

    andrea morello dal brasile (che soffre come un cane)

    ps2 se puo poi dirci anche qualcosina su possebon…

  31. renato ha detto:

    Grazie mister Cagni! Per la sua grinta il suo impegno! Vicenza merita un mister come lei! Spero che rimanga con noi! Nonostante tutto, lei rimane sempre un grande! Un mega saluto e sempre FORZA LANE!!

  32. marco de munari ha detto:

    Grazie lo stesso Mister Gigi, mi auguro ci sia lei alla guida l’anno prossimo, per una pronta risalita in B…ce l’ha fatta a portarci ai playout qundo eravamo morti e spacciati.. che colpa ne ha un allenatore se a 4 minuti dalla fine si sbaglia il rigore della vita??? Un applauso al GENIO che l’ha esonerata e che poi l’ha richiamata troppo tardi…Se poi le strade sue e del Lane non dovessero più imcontrarsi, beh grazie comunque di averci ridato la voglia di sognare, che qui a Vicenza erano anni che non l’avevamo più!!!

    • Marco Marangoni ha detto:

      Non credo proprio ci sarà il Signor Cagni alla guida del LANEROSSI. Ha appena detto su sky che in C non scende proprio! bene, meglio così…Grazie comunque e ora, come ha promesso, CI DIA A NOI TIFOSI DEL LANE TUTTE LE SPIEGAZIONI CHE MERITIAMO!
      Il siluramento del Dott.Ragazzi ad esempio ecc…
      SI PRENDA LE PROPRIE RESPONSABILITA’ ANCHE LEI!

      Marco Marangoni

  33. giorgio pivotti ha detto:

    Come per i lettori del G.d.V. che lo ha pubblicato credo che anche chi legge il blog di mister Cagni possa essere interessato a questo mio commento sui playout con l’Empoli in vista della partita di ritorno.
    “ Ho visto la sintesi televisiva della partita attentamente come al solito per quanto riguarda i gol mancati da una parte su tutti quello di Maccarone che riceve palla da Tavano completamente solo alle spalle di Martinelli intento ad intercettare il cross invece di stringere preventivamente su di lui per marcarlo e quindi anticipare o contrastare meglio l’attaccante dell’Empoli.
    Dall’altra nel finale quello di Abbruscato che come spesso accaduto da priorità alla soluzione personale strozzando però il tiro a rete quando c’era Gavazzi completamente libero dopo un suo intelligente movimento a rientrare, da servire solo, a bracci larghe con metà specchio sinistro della porta del tutto sguarnito.
    Consigli per fare l’impresa contro l’Empoli e rimanere in serie B:
    – giocare a uomo, stretto in difesa, niente zona, a quattro di cui uno fa il libero, centrocampo folto a quattro e due attaccanti di cui uno fa la punta;
    – in attacco Abbruscato da subito perché da subito si vede se vuole riscattarsi per essere quello dello scorso anno, con Paolucci o Gavazzi a fare da sponda, da supporto; riscattarsi non vuol dire solo andare a rete personalmente ma se c’è il COMPAGNO LIBERO o comunque meglio posizionato, SERVIRLO senza esitazione o pensare alla gloria personale; con le sue caratteristiche di gioco Abbruscato dovrebbe capire che può far segnare in certe situazioni e ciò ha più valore, merito che tentare la soluzione in proprio talvolta rischiosa e improduttiva.
    Con questi presupposti tecnico tattici, fermo restando l’aspetto disciplinare in campo, le chance del Vicenza per vincere e salvarsi non si contano.”

    • Roby ha detto:

      Beh intanto giu le mani da Elvis che qua, tanti ,hanno la memoria corta, ricordo che anche quest’anno ha realizzato 13 gol… ringraziamolo sempre anche se nel girone di ritorno è apparso sottotono. Io domenica ero allo stadio e il tiro di Abbruscato non è stato per niente strozzato, tutt’altro, basta guardare la parata del portiere. E’vero che in mezzo all’area c’era Gavazzi libero ma un vero attaccante che vuole ritornare al gol ha sempre l’egoismo che lo porta a tirare in porta, Gli unici consigli anzi l’unico è vincere punto. Come? segnando un gol in più dell’Empoli. Conta solo l’aspetto nervoso adesso e raschiare dal fondo per trovare le ultime risorse. Forza Vicenza

      • giorgio pivotti ha detto:

        Giocando minimo un tempo Abbruscato un gol all’Empoli lo segna o perlomeno lo fa segnare a dimostrazione che non è stato un caso aver occupato i primi posti della classifica marcatori e di non aver perso la stoffa del goleador.
        Quanto al suo tiro “strozzato” non intendevo riferirmi tanto del gesto tecnico eseguito correttamente quanto piuttosto al fatto di averlo angolato troppo sul primo palo andando forse fuori.

  34. Andrea ha detto:

    Buona sera mister , Lei da un pezzo non replica alle mail che le arrivano, e posso anche capire il perchè. Penso comunque che le legga. Bene, dopo Vicenza-Empoli sono decisamente più preoccupato! Contavo molto nella partita in casa e questo zero a zero (che non ci taglia le gambe, ma che ci costringe all’impresa in trasferta) mi ha lasciato l’amaro in bocca. Visto il trend delle ultime quattro partite pensavo che si potesse vincere, ed onestamente mi aspettavo un Empoli più in riseva e maggiormente in balia dell’avversario. Così purtroppo non è stato e dopo un nostro buon primo tempo siamo decisamente calati, rischiando anche qualcosa. Sono curioso di vedere come imposterà la squadra al ritorno (più offensiva?), visto che Lei a caldo nel dopo partita ha dichiarato che ad Empoli si giocherà in modo diverso. Prenda in considerazione l’ipotesi Abbruscato che ieri è sembrato bello carico (forse per le ultime panchine fatte) senza però aspettare il 90° per inserirlo. E’ da una vita che non si espugna il Castellani e penso che non ci sarebbe occasione migliore di questa. Spero che alle 23 di Venerdì si possa gridare a gran voce Gigi Santo Subito, in caso contrario pazienza cercheremo di farcene una ragione, anche se so che per molti (me compreso) il rospo da ingoiare sarebbe decisamente amaro. In bocca al lupo Vecchio Lane!

  35. andrea morello ha detto:

    BUON GIORNO Signor Gigi, smaltita la minidelusione dello 0a0 di ieri….a mente fredda credo che la sua saggezza di ieri di andare a giocarsela a empoli possa forse andar bene. PUO VERAMENTE COMPLETARE QUESTO SE FOSSE SANTISSIMO CAPOLAVORO! ora, pero’ faccia il LIPPI! li mandi tutti a quel paese di nuovo, non vorrei che i ragazzi si fossero seduti. le sue interviste di qs gg mi sono sembrate troppo pacate e fataliste….metta pepe, crei piu tensione! lo sa fare bene, lo faccia! per il bene del vicenza…anche se forse in 4 gg e’ oramai troppo tardi! forza mio amato lanerossi vicenza…..bokalupo SIgnor GIGICAGNI!!! ci salvi…. grazie andrea morello

    • Paolo ha detto:

      Ciao Andrea, condivido con te che questi giocatori bisogna sempre tenerli sulla corda, perchè siamo una squadra debole caratterialmente,senza un leader in campo che metta carisma e personalità. Ma sono sicuro che il nostro mister sia esperto a sufficenza per non lasciare nulla al caso e che certe dichiarazioni siano un po diplomatiche propio per non far apparire troppe tensioni o altro. Queste partite le vinci anche sui nervi, nel senso che ormai a questo punto della stagione la forma fisica e la benzina è ormai agli sgoccioli. Ieri sera comunque non mi è piaciuto il secondo tempo, troppo remissivi e rinunciatari, più preoccupati a non prendere il gol che a farlo… mah!,Meglio il primo tempo dove potevamo anche passare in vantaggio, se solo Maiorino avesse un po più di precisione nel tiro dalla distanza… speriamo che la tattica del mister abbia i suoi esiti, ieri era solo il primo tempo di una doppia sfida , francamente io Abbruscato l’avrei messo dentro prima, però io non sono il mister e probabilmente andava fatto così! Ora tutti ad Empoli a salvare una stagione e una storia e ancora una volta FORZA RAGAZZI!!

  36. Paolo ha detto:

    E’ arrivato il giorno della verità anche se a dire il vero è solo il primo tempo di una doppia sfida fraticida per non finire all’inferno…Siamo condannati a vincere almeno una delle due partite non è un impresa titanica, intendiamoci, ma in questi spareggi tutto può succedere. Allora stringiamoci forte tutti quanti al mister e alla squadra, e stasera riempiamo il Menti come a vecchi tempi, dopo quel che sarà, sarà… FORZA RAGAZZI!!

  37. giorgio pivotti ha detto:

    Caro Renato, riportando le partite con i gol evitabili segnati, quelli eclatanti e significativi ai più alti livelli di gioco, salvo quelli del Vicenza e l’ultima volta quelli del Verona per ovvi motivi, allenatore mister Cagni e la coincidenza con i playoff e playout, non mi aspetto proprio alcuna risposta dal mister che giustamente, normalmente non da seguito a questi miei interventi con un silenzio-assenso per me eloquente.
    Se posso dire il mio scopo è quello di mettere in evidenza gli errori ripetuti e costanti che vengono commessi dai difensori nel subire gol evitabili, le loro cause ultime e determinanti che sono certo a molti sfuggono o vengono mal interpretate, tutto qui. Non rilevare che un difensore si è girato sui tiri contro oppure sentire i soliti commenti dei telecronisti, degli assistenti collaboratori tecnici che in caso di non marcatura dell’attaccante si limitano a parlare di disattenzione, di distrazione, di dormita della difesa a mio avviso è troppo limitativo, fuorviante tale da non individuare e comprendere la vera, autentica causa che sta alla base dei gol evitabili.
    Il mio più che un blog è un sito dove mi occupo, oltre al resto, prevalentemente dei gol, EVITABILI ED IMPARABILI pubblicandoli da Youtube dove precedentemente li avevo caricati; un lavoro impegnativo svolto con l’intento non solo di guardare, mostrare i gol ma soprattutto di capirne la loro causa a scopo conoscitivo, divulgativo e didattico nello stesso tempo.
    Colgo l’occasione perché penso che la notizia possa interessare te e gli utenti che ci leggono grazie al blog di Mister Cagni, per comunicare che nella sezione multimedia del mio sito calcioegoal.it ho da poco terminato di aggiungere tutti i gol del Mondiale di Calcio 2010, già erano presenti quelli del Mondiale 2006, che a suo tempo avevo registrato e da me integrati con la moviola come faccio di solito, visibili per soddisfare la curiosità degli sportivi, appassionati di calcio.
    In questi ultimi ho descritto sinteticamente per una migliore comprensione, individuazione dell’errore che ha generato i gol evitabili ed imparabili, la causa cui attribuire i gol stessi.
    Quanto al P.S. non ero certamente io quello fotografato con mister Cagni quel giorno a Isola Vicentina, vi sono andato dopo; ognuno di noi ha un sosia e altre volte me lo sono sentito dire.
    Cordiali saluti.

  38. giorgio pivotti ha detto:

    Varese vs Verona 2 0: gol evitabili.
    Playoff Verona per andare in A;
    Ho visto i gol del Varese, incredibile compromettere seriamente in questo modo i sogni di gloria del Verona giocando così male e soprattutto uscendo sconfitti con due reti che si potevano e si dovevano evitare.
    Specialmente in partite così importanti e decisive continuare a commettere i soliti errori in difesa, ripetitivi e sempre dello stesso genere, che contraddistinguono le cause alla base dei gol evitabile vale a dire quella di girarsi sui tiri contro e l’altra di lasciare libero da marcatura l’attaccante per la zona, per l’attenzione fissa, esclusiva alla palla, alla sua traiettoria, fa riflettere e amareggia nello stesso tempo anche perché i correttivi tattici per eliminare tali comportamenti sbagliati ci sono, basta applicarli.
    Nel primo gol sulla punizione battuta da Kurtic un difensore del Verona va in opposizione fisica e invece di aggredire la palla in arrivo stando in posizione frontale attiva per deviarla o ribatterla, commette l’errore di girarsi, di voltarsi, non fa nulla di efficace con il corpo per ostacolare il tiro.
    Sul secondo gol Terlizzi segna di esterno destro davanti alla porta in completa solitudine trascurato dai difensori gialloblu che si preoccupano in quattro contro tre di attaccare la palla sulla traiettoria a scendere, tipico atteggiamento tattico voluto, dipendente dai dettami della zona, mentre dell’inserimento breve di Terlizzi in avanti non se ne preoccupano minimamente; per loro il concetto di marcatura individuale supportata dal controllo visivo attivo stando nella corretta presa di posizione sull’attaccante di riferimento, evidentemente non è ancora entrato in testa o meglio non rientra nel loro modo di giocare la fase difensiva.
    Playout Vicenza per restare in B.
    Mi auguro di non vedere gol del genere, peraltro già subiti dal Vicenza in campionato, nelle due sfide contro l’Empoli; se proprio gol devono essere che siano IMPARABILI ma non EVITABILI almeno nei playout.

    • greenCap ha detto:

      carissimo Giorgio Pivotti,
      la seguo da parecchio tempo in questo blog.A parte che questo è un blog del mister Cagni che allena il Vicenza perciò non capisco tutte le sue valutazioni di altre partite ( e chi se ne frega del Verona,del Chelsea e Barcellona). forse vorrà farsi notare da un allenatore con tanta esperienza qual’è mister Cagni.Ma lei ha mai giocato a calcio?? per lei tutti i gol sono evitabili,un giocatore in barriera non può voltarsi,ma prendere una pallonata dove non batte il sole quello si….mah,io non la capisco anche perchè sono solo un tifoso, ma vedere tutte le partite zero a zero non è che soddisfi molto.Perciò gentile Giorgio cerchi di chiedere al mister cosa ne pensa del gioco del Vicenza,come esegue gli allenamenti etc,etc…oppure venga qualche volta a isola Vicentina così seguirà da vicino le incazzature di mister Cagni.Cordiali saluti

      • giorgio pivotti ha detto:

        GreenCap, sono stato uno dei primi in questo blog e nel giornale di Vicenza, per non dire altro per esempio sul Secolo XIX quando c’era stato il cambio di allenatore alla Sampdoria, parlandone anche con un presidente di un club biancorosso, a caldeggiare l’arrivo di mister Cagni al Vicenza per quanto possa contare in queste circostanze la mia fiducia e stima nei suoi confronti.
        Pertanto quando ho letto che era stato chiamato alla guida del Vicenza ho provato un senso di appagamento alle mie aspettative, tenuto conto che nel blog già da prima scrivevo i miei commenti, esprimevo le mie idee su vari argomenti di calcio giocato ed in particolare sui gol e le loro cause dirette, ultime.
        Ho giocato a calcio a livello dilettantistico e ancora adesso, alla mia età, mi diverto a dare calci al pallone con le vecchie glorie del Giorgione.
        Se intervengo non è per mettermi in mostra agli occhi di mister Cagni né tanto meno di altri, solo che sono talmente convinto, persuaso di quanto vado sostenendo sui gol evitabili, sulle loro cause, su come si possono prevenire ed eliminare che, anche se in maniera ripetitiva ma non potrebbe esserlo diversamente, cerco di esternare questo mio convincimento a chi si occupa di calcio o lo segue, allenatori o appassionati che siano.
        Scusami se non rispondo alle tue osservazioni tecniche, se non lo faccio è perché qui ed in altre sedi ho avuto più di una volta l’opportunità di spiegare, illustrare il mio pensiero, il mio credo su come affrontare al meglio la fase difensiva in rapporto ai gol evitabili.
        Quanto a mister Cagni che sa bene di questo mio modo di vedere il calcio, ho avuto il piacere di conoscerlo personalmente andando di proposito a Isola Vicentina poco prima che fosse chiamato Beghetto, perché sentivo il desiderio di incontrarlo e di scambiare con lui due parole prima dell’allenamento e per consegnargli un mio lavoro editoriale.
        Le incazzature di mister Cagni non sono nuove, le avevo notate da sempre e ultimamente anche guardando in televisione le partite del Vicenza.
        Ripeto il mio augurio che è anche un consiglio, è fare in modo che ALMENO in questi playout con l’Empoli il Vicenza non abbia a prendere gol come quelli subiti ieri dal Verona contro il Varese con tutte le conseguenze del caso.
        Ricambio i saluti.

        • greencap (renato) ha detto:

          gentile sig, Pivotti apprezzo sinceramente la sua risposta ma il mio punto di vista era solo per dirle che tutte quelle analisi in un blog che chiede risposte e spiegazioni da mister Cagni non mi sembrano tanto consone,avendo lei un suo blog personale.
          cordiali saluti

          P.S. Mi sembra di averlo Visto e(fotografato) con mister cagni al centro di Isola (03-01-2012)

  39. andrea morello ha detto:

    buongiorno MISTER CAGNI, ci eravamo gia scritti. in qs settimane ho seguito tutto da buon/grande tifoso in silenzio quale sono del mio amatissimo lanerossi vicenza. soffro da qui al pc in brasile e vedo le partite. CHE DIRE! grazie grazie grazie per questi playout. e’ tutta roba sua! solo una cosa le chiedo PER PIACERE! la prego, blindi questa squadra ancor di piu…li faccia star zitti! e per quanto possibile anche lei. non mi e’ piaciuta l’intervista alla gazzetta. non c’e’ bisogno di metter le mani avanti! cmq vada lei ne esce alla stragrande! ma non dia alibi a sti ragazzi che si sbriciolano alle prime difficolta come dice lei. non si prenda tutti i meriti, poi questi magari le giocano contro! e mi rispolveri elvis, e’ un giocatore importantissimo per noi! non so cosa sia successo fra voi, ma il ragazzo puo salvarci lui, non e’ diventato brocco tutto d’un colpo come l’inguardabile paolucci di qs inverno che adesso sembra pablito! forza signor gigi! completi l’opera! sarebbe la piu grande gioia per il popolo biancorosso degli ultimi 12 anni ricchi di tantissime delusioni! ma li faccia star zitti questa settimana! ancora grazie e un giorno comunque vada mi dira per favore perche’ non ha puntato sul 433…. con profonda stima. andrea morello

    ps fantastica l’intuizione di pisano!

    • attilio ha detto:

      caro Andrea,
      scrivi:
      “mi rispolveri elvis, e’ un giocatore importantissimo per noi! non so cosa sia successo fra voi, ma il ragazzo puo salvarci lui, non e’ diventato brocco tutto d’un colpo come l’inguardabile paolucci di qs inverno che adesso sembra pablito!”……
      Ti fà fastidio che segni LUI e non Elvis? a me non interessa chi, l’importante è Vincere pure con un gol di Brighentio Bianco …..
      IO SINCERAMENTE NON CAPISCO IL TERMINE “INGUARDABILE”..
      Con lo sguardo rivolto al passato ..(… Paolucci, come impegno ha dato lezione a tutti, salvo il Gavazzi dall’arrivo di Cagni il Buon Soligo e l’ultimo Botta, pure qualche altro…ma veramente pochini…,che poi non la metesse dentro, è un altro discorso, magari il paragone con Rossi, ed io ci aggiungerei il Milito inizio campionato, ci calza tutto, … però mi piace il paragone con Pablito!!!
      da chi, magari, allo stadio “svbohahoaa” come toccava palla…. !!!! bel sostegno per chi veniva da 2 anni d’inferno!….)
      io a quei tempi dicevo ai miei vicini “saranno i suoi gol a salvarci”, mi prendevo parolacce da incompetente, inoltre quando chiedevo “un riposo meritato al povero Elvis, gli stessi pontificavano che “ci salveranno i suoi gool!”!!! ( RIVINCITA?)
      …. tu pensi che i problemi siano tra ELVIS ed il Mister….., SE NON SI IMPEGNA PER QUESTO MOTIVO ….”VERGOGNA!!!”””
      …. dov’era durante la gestione Beghetto??? Pure con lui???….
      cosa centrano i dissapori col Mister, da chi credi riceve lo stipendio???
      DAL LANEROSSI VICENZA !!!!!!!
      DESAPARECIDO!!! INDISPONENTE!!! INGUARDABILE!!! STATICO!!!! IL FANTASMA DI SE STESSO…
      DICEVA… “ci salveremo…bla bla bla…” SI IMPEGNASSE PER LA CAUSA!!!
      UN ESAME DI COSCIENZA DEVE PUR FARSELO!!!!
      leggi i miei appunti passati riguardanti pure Maiorino…
      SOLAMENTE CHI SI IMPEGNA E Dà L’ANIMA sempre, MERITA FIDUCIA, Cosi’ come ha fatto il “brocco” Paolucci su e giù per la fascia dx, a lottare, difendere, sradicare palloni, e pure sbagliare, mentre il buon Elvis al centro segnava i suoi gol…. e pure ne sbagliava…ma nessuno lo diceva!!!
      Infine: sarei il più felice dei TIFOSI se i gol di Elvis ci Salvassero …
      DAI GIGI CHE 3/4 DI MIRACOLO L’HAI FATTO!!!
      NON GUARDARE IN FACCIA A NESSUNO!!!!
      FORZA LANE!! SIEMPRE!!
      “PAOLUCCIIIIIII !!!! eeeeevvvaaaaiiiiii!!!”

      • Roby ha detto:

        Caro Attilio salti anche tu sul carro dei vincitori, invece di commentare i post degli altri guarda quello che hai scritto anche tu in passato. Dicevi che Cagni aveva toppato… adesso lo inciti, non guardare in faccia nessuno…ma per piacere!!! COERENZA nei giudizi per favore. A proposito dei gol di Paolucci, quelli di ieri sera non serve commentarli….và, che sono stati una farsa, specie il secondo, quando il potiere si era già buttato…guarda bene!! Questo è il calcio italiano, del resto finchè Buffon fa certe dichiarazioni non c’è da stupirsi… meglio per noi comunque! Sotto con l’Empoli e TUTTI AL MENTI!!

        • attilio ha detto:

          “forza Cagni”, se non l’hai capito……significa pure, essendone LUI il codottiero, FORZA LANE!!!!,
          di errori l’ho già scritto, e ne son convinto, Gigi ne Ha fatti, e tanti, pure il fatto di mediare/acettare situazioni che, conoscendolo, non doveva!!! (“non guardare in faccia a nessuno” questo intendevo!!!)
          PER CORTESIA RILEGGI I MIE POST DALL’ARRIVO DI M,SR CAGNI IN POI, cambierai idea.
          Personalmente, per carattere non acetto l’ambiguità , o bianco o nero, e visto che non amo la Juve…..!
          … se mi permetti, MA QUALE CARRO DEI VINCITORI, QUI’ AL MOMENTO NESSUNO HA VINTO NULLA!!!
          se poi i vincitori son quelli che potrebbero salvare il LANE, tu da che parte staresti?
          caro Roby, SONO I RISULTATI CHE CONTANO , NON IL CARRO!!!
          retorico dire che i gol di Paolucci erano ….facili… l’importante….e che LUI li abbia fatti e …….e se li sbagliava?
          Magari quelle occasioni concesse dal Pescara alla Nocerina erano più difficili? eppur le han sbagliate, quindi……onore al merito, “il non sbagliarli”!
          Di facile non c’è proprio nulla; anzi no, i gol sbagliati ultimamente da Elvis!! (permettimi, son polemico…CAVOLO!!!)
          Ora saremmo, spero, tutti dalla parte del LANE, quindi dalla parte di Cagni, Elvis, Bianco , Paolucci, Gavazzi….e via via tutti gli altri.. ….anche della dirigenza biancorossa, magari a ragione, così bistrattata,…..almeno per queste 2 partite,
          POI… LIBERI DI………
          A TUTTI UN IMMENSO “IN BOCCA AL LUPO!!”
          SEMPRE DALLA PARTE DEL LANE, SENZA SE E SENZA MA!
          ciao Roby.

          • Roby ha detto:

            Il carro che io intendo non è solo quando si vince, ma anche quando si condivide un progetto o un ideale. Mi pareva che avessi scritto anche tu in passato in modo polemico contro Cagni…mi sono sbagliato! I gol di Paolucci,se li sbagliava era propio un brocco..! Scusami Attilio ma bisogna aprire gli occhi, io resto della mia idea che i gol di Paolucci di sabato, e ripeto quelli di SABATO li segnavo anch’io! Non è retorica è presente, basta sentire gli scandali dei giorni d’oggi del calcio. Poi ripeto meglio per noi, ma la Reggina non mi sembra che abbia messo tutto sto impegno, che ne pensi? E per favore giù le mani da Elvis , quà ci sono troppi tifosi con la memoria corta. Che c’è solo da ringraziarlo per le prestazioni passate!!! Comunque ognuno la vede a suo modo per carità, ci mancherebbe, rispetto le tue idee ma non le condivido, il calcio è bello anche per questo. Tornando agli scandali ho la netta sensazione, ahimè, sperando di sbagliarmi, che anche il Vicenza verrà coinvolto nella bufera scommesse. Mi riferisco ad Acerbis, e non aggiungo altro.. FORZA VICENZA ORA PIU’ CHE MAI!! Salve

      • andrea morello ha detto:

        attilio ciao
        su paolucci ti dico: a me non sembra sto gran giocatore che da tutto, forse ora che si sta esaltando. la sensazione negativa di lui che da e’ questo suo modo di atteggiarsi a fenomeno! dal primo gg che e’ venuto, basta ascoltare le sue prime interviste pero’ se ci salva io saro’ strafelice! ma era inguardabile, sembrava un vero brocco! come elvis ora! io mi rimangio la parola su paolucci ma non dimentico quanto ha fatto elvis in 1.5 anni.
        qualcosa e’successo…su paolucci capiamo ora che eran questi due anni di infortunio, su elvis????
        ripeto, paolucci non stoppava un pallone ed era sempre a terra!
        va comunque detto a sua difesa che lui ha sempre detto che era una prima punta e si capiva che alludeva a giocare senza elvis probabilmente. e i fatti gli stan dando ragione. io sugli spalti ti giuro che fra me e me sempre lo pensavo ma quasi temevo a dirlo per non esser al tempo coperto di insulti
        questa puo esser la chiave!
        forse….aspettiamo i playouts
        forza lane
        w elvis e ciuffo paolucci e SIGNOR GIGI CAGNI
        scommesse acerbis permettendo…:(

        ps la prego SIGNOR GIGI poi mi risponda lo stesso…grazie!

        • attilio ha detto:

          Roby/ Andrea ciao,
          cerco di farmi capire,
          quello che ho scritto nel passato, su Cagni e sui singoli giocatori (non faccio più dei nomi perchè ognuno la pensa, giustamente, a modo suo) nel bene e nel male nel momento in cui scrivevo, era il MIO pensiero, in riferimento a quegli episodi/comportamenti/partite etc..!
          Ora analizzo l’attualità, quindi ….?
          Magari il 10/06/12 brindo a “DURELLO” e dimentico tutto…magari!!!!
          Ciò non significhi che nego quello che ho scritto, Anzi!
          Su Paolucci… son abituato a guardare i fatti, se positivi, “verba volant!”
          Su Elvis “c’è solo da ringraziarlo per le prestazioni passate!!! ” pure questo condivido e sottolineo PRESTAZIONI PASSATE!!!
          Guarda una cosa, penso di essere stato uno dei pochi che tifava per la dipartita di Stefan in quel di Napoli, Floro Flores e soldoni… poi….poi molti altri si sono accodati.. però sempre dopo e dopo è TARDI!
          !!!! UNA “SQUADRA” NON DEVE DIPENDERE DA UN “SINGOLO”…MAI! altrimenti non è “squadra”!!!!!
          SONO ABITUATO A GUARDARE AVANTI, CON UN OCCHIO AL PRESENTE E POCO AL PASSATO!!!
          IL PASSATO è storia e non si cancella, anche Del Piero deve lasciare la Juve….é la vita! Pure Roby Baggio, la Juve, l’Inter…

          !!!..a fine campionato gradirei quelle risposte che il Mister ha promesso…!!!!

          FORZA LANE, VECCHIO CUORE BIANCOROSSO!!!!
          cordialità Attilioi

  40. marco de munari ha detto:

    Mister vadano come vadano i playout comunque GRAZIE!!! Eravamo morti, già essere qui è un mezzo miracolo…completiamo l’opera e l’anno prossimo con lei in panca e un casolin in meno in tribuna adremo in A!!!

  41. giorgio pivotti ha detto:

    Bayern Monaco vs Chelsea 4 5 d.c.r. : Champions League 2012.
    Evitabile il gol di Muller – Imparabile quello di Drogba – Sui rigori Cech ha dimostrato di essere più bravo di Neuer.
    Questa in estrema sintesi la fotografia della partita.
    Sul terzo punto dei rigori credo che si possa concordare tutti mentre sui due gol della partita vale la pena descrivere e analizzare la dinamica dell’azione finale con la causa che li ha determinati.
    A parte l’insufficiente reattività mostrata dai due portieri sui colpi di testa che hanno mandato la palla in rete, quello che conta rilevare anche per la classificazione dei due gol è la causa, l’errore difensivo che ha permesso a Muller e a Drogba di portare il risultato provvisorio sull’1 a 1.
    Muller segna per colpa esclusiva di Luiz che invece di marcare preventivamente l’attaccante alle sue spalle, Gomez, lo trascura lasciandosi attrarre dall’incanto del cross, attacco alla palla come contemplato dalla zona con la linea, che troppo alta non riesce ad intercettare; Cole cerca come può di ostacolare giocoforza Gomez venutosi a trovare libero mentre, se Luiz fosse stato sull’attaccante del Bayern, avrebbe potuto chiudere e coprire tranquillamente controllando Muller in marcatura. Un po’ come è accaduto sul gol di Buscé dell’Empoli.
    Sul gol di Drogba è presto detto, è imparabile con la causale prevista dalla casistica per questo genere di gol, COLPO DI TESTA CON RINCORSA che come nel salto in alto in atletica serve per acquisire una maggiore elevazione nello stacco oltre, nel calcio, a seminare l’avversario, Boateng, che lo rincorre vanamente senza opporre ostacolo.
    Nelle cronache sportive lette non si fa cenno a questo tipo di analisi formulata.

  42. giorgio pivotti ha detto:

    Roby, ci mancherebbe altro se il calcio e per quanto mi riguarda soprattutto i gol segnati non fossero visti da ottiche e valutazioni diverse a seconda dell’interpretazione, della cultura e del modo di concepire questo nostro sport tanto seguito da chi ne è appassionato o lo ha praticato da sempre come il sottoscritto.
    Non ci sarebbe questo scambio di idee né l’opportunità di approfondimenti sempre utili e spesso trascurati.
    Quello che riporti come analisi e tua personale convinzione nel giudicare i due gol della partita Empoli vs Vicenza, lasciamelo dire è quanto si sente dire in giro, leggere comunemente sulla loro esecuzione ovvero eurogol di Buscè ed errore Ficagna.
    La realtà è per me un po’ diverse non si ferma all’aspetto estetico, formale dei due gol, va oltre cercando come sempre di individuare e trovare le cause da cui i gol stessi sono scaturiti tenendo presente per base di riferimento la classificazione dei gol in EVITABILI ed IMPARABILI con la loro diversa casistica causale qui ampiamente descritta.
    Il gol di Paolucci è segnato per anticipo cui segue la conclusione fredda da solo davanti alla porta; è l’attaccante biancorosso che è bravo, scaltro, furbo a rubare palla toccandola d’interno sinistro aggirando l’avversario in condizioni di stabilità del tutto precaria al limite della caduta per poi riprendersi alla grande ed andare a realizzare; non è Ficagna che commette l’errore, stava aspettando che la palla cadesse per liberare, in vantaggio nel tempo-spazio, senza eccessivi patemi d’animo quando è sopraggiunto da dietro Paolucci che gli ha portato via, in questi casi il termine tecnico usato è appunto ANTICIPO, un pallone che non era assolutamente facile da agganciare, protetto dal corpo di Ficagna, quindi per me il merito del gol imparabile è e resta esclusivamente suo.
    Sul gol di Buscé quando evidenzi che la linea difensiva era regolarmente perfetta esprimi un giudizio di sistema difensivo che rientra nei canoni e nelle applicazioni tattiche della zona e da questo punto di vista siamo effettivamente su due posizioni diverse, antitetiche che sintetizzo, pur avendo qui trattato ampiamente l’argomento: la tua per la zona, la mia per la marcatura a uomo moderna con la difesa elastica ed il controllo visivo attivo.
    E’ proprio per aver rispettato la linea che il difensore biancorosso è rimasto solo davanti alla porta senza marcare nessuno, preoccupato principalmente di andare, d’intercettare il cross di Lazzari peraltro facilitato dal lasciapassare, dalla non opposizione fisica del difensore che gli stava davanti.
    L’errore è stato quello di sacrificare la marcatura a uomo per la linea mentre a mio avviso doveva essere il contrario per contrastare, impedire preventivamente a Buscé il suo gesto tecnico che avendo tempo e spazio ha potuto sceglie il piattone per beffare Frison.
    Un gol causato dagli stessi, ripetuti e rinnovati in ogni partita errori derivanti in questo caso contemporaneamente sia dalla zona sia dalla mancata osservanza della posizione frontale attiva, quindi da classificarsi come evitabile.
    Ricambio i saluti.

  43. giorgio pivotti ha detto:

    Empoli vs Vicenza 1 a 1: gol imparabile il primo, evitabile il secondo.
    Più di uno ha affermato che ad Empoli il Vicenza poteva fare bottino pieno giustificato anche dalla prestazione incoraggiante dei biancorossi mai visti quest’anno squadra tanto coesa e impegnata sul piano del gioco come sabato scorso.
    Ma a dettare legge si sa sono sempre i gol, loro alla fine fanno il risultato, condizionano la partita, i punti e soprattutto la situazione di classifica per chi deve lottare all’estremo sperando di non retrocedere.
    Se si è carenti nell’andare a segno ed è questa una costante che purtroppo non ha certo favorito il Vicenza ultimamente bisognerebbe colmare questa scarsa confidenza con il gol cercando di non subire gol pareggiando o capitalizzando al massimo il vantaggio meritatamente acquisito. Malauguratamente a Empoli il copione non è mutato per di più il gol di Paolucci era imparabile, mentre quello di Buscé si poteva evitare facilmente.
    Imparabile in quanto l’attaccante biancorosso riesce sulla corsa a rubare palla d’anticipo a Ficagna, a non cadere seppur in posizione di equilibrio che precario è dir poco, ad involarsi e a tu per tu con Dossena marchiare la porta; un gol sul quale poco o nulla Dossena poteva fare per pararlo.
    Diverso è il discorso per Buscé che se ha potuto trovare il pareggio sul sette e per giunta con un piattone, lo deve al favore della difesa biancorossa che gli ha concesso assoluta libertà nell’eseguire il suo gesto tecnico senza alcun contrasto o impedimento tattico.
    Un gol evitabile di cui è responsabile il difensore biancorosso che solo davanti alla porta in posizione ininfluente con i suoi compagni regolarmente posizionati in marcatura stretta a uomo, già durante la discesa di Lazzari doveva ricorrere al controllo visivo attivo ovvero girare repentinamente e preventivamente la testa alla sua sinistra, vedere e tenere d’occhio l’inserimento di Buscé, puntare decisamente in copertura su di lui per chiudere quello spazio rivelatosi poi fatale senza aspettare l’arrivo della palla; quando l’ha fatto era ormai troppo tardi.
    In parole povere Buscé andava marcato e non trascurato preferendo intercettare il cross con la posizione in linea come richiede la zona.

    • Roby ha detto:

      Ancora una volta mi trova in disaccordo con lei sig. Pivotti sui gol di Empoli, e le spiego come la vedo io. Secondo me è l’esatto contrario, sia sul gol di Paolucci sia su quello di Buscè. Ossia, sull’ uno a zero del Vicenza ,Ficagna commette lui una grave ingenuità nel farsi portare via la palla essendo in netto anticipo su Paolucci, che dopo si invola verso la porta concrettizzando, non vedo quì la bravura dell’ attaccante, mi creda Giorgio, secondo me questo è un gravissimo errore difensivo, evitabile. Sull’ uno a uno invece, trovo il gol di Buscè a dir poco strepitoso, imparabile , dove secondo me la difesa era schierata in linea perfetta ma che a detta di tutti, davanti a una tale prodezza c’era niente da fare. Anche di piatto si possono fare eurogol, dopo che abbia voluto o meno non lo so, ma merito a Buscè che non è nuovo a tali conclusioni a rete con la maglia dell’ Empoli. Io i gol li ho visti così, ma come continuo a dire il calcio è bello anche per questo! Salve

  44. Paolo ha detto:

    Avanti così, non molliamo peccato per sabato che abbiamo buttato via una grande occasione. Se non fosse stato per quel eurogol di Buscè…ma va bene anche il punto! Complimenti mister per la bella sorpresa Pisano spostato a fare il centrale, devo dire che ha fatto due belle partite, sempre tra i migliori, averlo fatto prima…Sono convinto che faremo i play out con il Livorno, perchè già domani a Pescara i due gol di vantaggio che ha non gli basterà per uscire indenne dall’ Adriatico, e resterà a 39 punti. Sotto con il Bari adesso…. vincere!! Salve

  45. Alex Silva ha detto:

    Salve Mister.
    In bocca al lupo per queste ultime 5 partite (o, meglio, 5 finali) dove la squadra deve dimostrare di meritare la B. Do per certo l’ approdo ai Play Out dove probabilmente troveremo il Livorno una squadra che come il Vicenza ha una rosa giocatori di categoria.

  46. Roby ha detto:

    La sua risposta e stata sicuramente esauriente, però io francamente non sono del tutto convinto e la vedo in maniera un pò diversa, il calcio s’intende. Questo non vuol dire che abbia ragione io, anzi ci mancherebbe, magari è la sua tesi la più fondata. Nella sua disamina lei parla di gol evitabili e imparibili calcolati nella percentuale del 50% ciascuno, e che per i primi con qulche accorttezza o aggiustamento si possono eliminare solo perchè sono demeriti difensivi. Già qui mi conferma che se eliminiamo la metà dei gol del calcio in generale sai che divertimento allo stadio, visto che il gol è il massimo godimento per un tifoso…abbasso gli 0-0! Non so ,io resto sempre dell’idea che il calcio sia bello per tutti i suoi ingredienti, errori,anche quelli arbitrali ,meriti, numeri statistiche, fuoriclasse e non, tifo quello sano!! Se penso al gol di qualche anno fa in premier, quando il pallone venne deviato da un palloncino sfuggito di mano da un bambino, spiazzando il portiere, beh! penso a quanto qualche volta sia casuale questo meraviglioso sport! Concludo dicendo a tal proposito, che la parola moviola non rientra nei miei costumi, penso che sia il mezzo più indicato per snaturare il calcio e renderlo ancora più infiammabile nel senso che crea ancora più polemiche tra tifosi e appassionati. Solo nel gol/nongol la applicherei. Salve

    • giorgio pivotti ha detto:

      Come vedi ti rispondo a stretto giro a quello che hai fatto notare nella tua ulteriore, pertinente e per me consequenziale considerazione sul tema in questione prevista ed inserita fin nel primo articolo che ho pubblicato a proposito dei gol evitabili.
      Già allora, siamo nel 1990, avevo valutato pienamente quello che dici tu, ovvero che osservando le regole e gli accorgimenti tecnico tattici da me proposti si sarebbe avuto sicuramente un calo delle segnature, di questi gol, in un ordine che dipendeva dalla piena e relativa applicazione delle contromisure adottate in fase difensiva per ridurre il più possibile tali gol.
      A compensare questo più che probabile calo delle segnature specifiche che può essere solo graduale e non all’improvviso ovviamente con un taglio netto del 50%, considerato che anch’io ritengo, ho scritto che il gol essere l’essenza del calcio senza il quale il nostro sport preferito perderebbe molto del suo fascino, del suo incantesimo, già allora suggerivo nuove iniziative, nuovi modi, scelte tattiche da intraprendere per facilitare ed aumentare le opportunità per gli attaccanti di andare a rete, in fase offensiva come, il DRIBBLING dentro l’area di rigore anche prolungato per segnare direttamente, per procurarsi un regolare e non simulato calcio di rigore, per mandare a segno il compagno smarcato anche per superiorità numerica conseguita; la MOBILITÀ E LA SORPRESA in termini di movimento degli attaccanti non rimanendo mai fermi neanche camminando come si vede normalmente nei campi di gioco con palla sia lontana che vicina ed in termini di partenze ed inserimenti da fermo specie nelle azioni in corso d’impostazione o di giro palla cogliendo di sorpresa gli avversari con gli attaccanti in ciò favorito dalle pecche della zona e dall’attenzione fissa solo sulla palla dei difendenti che si rivela essere sempre una costante negativa del nostro gioco almeno fino a quando non s’impara e si applica il controllo visivo attivo (guardare alternativamente palla e avversario girando lateralmente la testa); il TIRO FINTATO da utilizzare più spesso per saltare l’avversario o appoggiare al compagno libero; il COLPO DI TESTA CON RINCORSA per staccare di più in elevazione sfruttando la dinamica stessa del salto in alto in atletica.
      Proposte che possono essere anche conosciute ma non applicate sistematicamente, regolarmente con finalità volte ad aumentare il numero dei gol imparabili, non evitabili, colmando la riduzione di quest’ultimi derivante dalle ragioni dette.
      I gol imparabili nella casistica che ho elencato ci saranno sempre, non si possono ridurre proprio perché, come evidenzi tu, la casualità e l’errore umano sono parte connaturata del calcio, dei gol segnati, sfuggono ad ogni logica razionale per cercare di prevenirli nel bene e nel male.
      Sulla moviola c’è un fraintendimento; anch’io sono contrario alla moviola nel modo con cui viene presentata ed utilizzata, ora meno nella televisione pubblica, con una serie di discussioni e diverbi a non finire che non portano da nessuna parte se non a scaldare gli animi.
      La moviola cui ho fatto riferimento è quella che uso per mettere in luce, vedere meglio gli errori tecnico tattici, individuali o di reparto, dei difensori in relazione esclusiva ai gol evitabili, alle loro cause ultime e non per altri scopi che esulano dal mio studio specifico, errori che ti assicuro guardando il filmato a passo normale sfuggono alla percezione visiva comune, le immagini sono troppo veloci se l’occhio non è allenato nel saper cosa cogliere.
      Con questa disamina il discorso sui gol evitabili può dirsi concluso; aspetto adesso volentieri che tu e altri diate rilievo a questi gol evitabili, i più significativi ed eloquenti, per quali errori sono stati segnati sia nel Vicenza come pure nelle altre squadre.
      Ti saluto.

  47. Max ha detto:

    buongiorno mister, come già si sapeva con il suo ritorno finalmente si è vista una partita in cui i nostri giocatori hanno dimostrato di essere finalmente una squadra che gioca con l’atteggiamento giusto per salvarsi.
    Mi raccomando mister, continui nel suo lavoro e gli faccia capire che non abbiamo fatto ancora niente.
    Resto convinto che solo Lei con il suo temperamento riesca nell’impresa di salvarci… Non molleremo mai.
    Forza Lane
    Forza Gigi

  48. luigi ha detto:

    Buongiorno mister……sabato ci attende un vero e proprio spareggio, certo i ns. avversari possono puntare a 2 risultati ….noi purtroppo dobbiamo puntare alla vittoria per restare incollati alla nocerina,anche se io mi accontetrerei anche di un pareggio viste le ultime 2 partite che ci attendono .
    Spero solo che faccia giocare dal 1° minuto Pinardi a centrocampo….in questa squadra c’è bisogno della classe di Alex .
    Grazie e Forzalane

  49. giorgio pivotti ha detto:

    Caro Roby fai dei rilievi e mi fai delle osservazioni alle quali in parte ho qui già risposto, oltre che altrove; poiché mi stimolano e soprattutto mi spingono a chiarire, a precisare, a fugare i dubbi sul mio pensiero a proposito dei gol evitabili e delle loro cause immediate, ultime, dalle quali essi dipendono, non posso fare a meno di risponderti in maniera esauriente, anche se occuperò un po’ di spazio in più nel blog di mister Cagni che vorrà perdonarmi, al corrente di questa mia disamina tattica difensiva di cui spesso non si discute tra gli addetti ai lavori né tanto meno nelle sedi appropriate come nei corsi per allenatori di qualsiasi livello. Sento che il tuo interesse sull’argomento non può essere esaudito parzialmente, merita di essere soddisfatto fino in fondo.
    Non è mio proposito sparare su nessuno tanto meno sulla croce rossa quando commento, tra gli altri, anche i gol del Vicenza, quelli evitabili che si possono prevenire e quindi eludere per salvare la squadra dalla retrocessione non solo da adesso quando è più difficile il suo conseguimento date le poche partite che ancora rimangono. Insisto perché ho creduto di poter dare un contributo al Vicenza fin dall’arrivo di mister Cagni sia per continuare la serie positiva di risultati allora sia in modo particolare ora che la sorte sembra abbia voltato le spalle adombrando lo spettro della retrocessione.
    Premesso ciò, dobbiamo partire dai gol, da tutti i gol visibili sui campi di calcio realizzati nei modi, nelle condizioni e nelle situazioni più disparate e varie, facendo una distinzione tra gol EVITABILI e gol IMPARABILI che statisticamente si attestano attorno al 50% per ciascuna categoria.
    I primi sono quelli che vengono segnati a causa di errori di reparto o individuali, ripetitivi, uguali sempre gli stessi quanto a dinamica di manifestazione che una volta individuati e ben memorizzati, inizialmente non è facile, bisogna “allenare” l’occhio, si possono correggere ed eliminare ricorrendo agli opportuni accorgimenti, correttivi tecnico tattici.
    Questi errori sono essenzialmente di due specie; gli uni di natura soggettiva riguardano lo sbaglio del difensore che si gira sulle palle in arrivo dirette in porta e nei passaggi terminali tra avversari causando il gol in prima e seconda battuta; gli altri più di natura collettiva sono legati al reparto difensivo, a come affrontare la fase di non possesso palla sbagliando nel non marcare l’avversario di riferimento, lasciandolo libero di agire al meglio, per effetto dell’applicazione della zona e delle sue prerogative tattiche notorie, la linea, il fuorigioco, l’attacco alla palla, i punti di richiamo come palla, compagni, avversari e porta.
    Inoltre importante tener ben presente che l’attenzione, la rilevazione e la disamina dell’errore si deve focalizzare, indirizzare nel momento immediatamente prima che la palla entri in rete o al più considerando anche il solo passaggio terminale dall’esterno al centro con relativa conclusione finale.
    Non PRIMA quando le variabili di gioco sono molteplici ed imprevedibili che evidentemente non possono essere né catalogate e seguite da vicino preventivamente nello sviluppo corto e lungo che sia del gioco, essendo le subordinate, le scelte sempre diverse per cercare di andare a rete.
    A questo punto mi collego opportunamente alla tua osservazione dicendoti che nei gol evitabili che adesso sai quali sono, non quelli imparabili di cui parlerò più sotto, c’è solo il demerito del difensore e non anche la bravura dell’attaccante nel senso che se il difensore rispetta la posizione frontale attiva o invece di giocare a zona applica la marcatura individuale, a uomo quella moderna, personalmente ho elaborato e perfezionato la Difesa Elastica supportata dal controllo visivo attivo, questi gol non si prendono, si evitano per quanto bravo possa essere l’attaccante nel tirare a rete, attenzione su tiri alla portata del difensore non quelli sul 7 che sono imparabili, o nello smarcarsi per ricevere l’assist, l’appoggio o il traversone dal compagno.
    Quanto alle partite che finiscono sempre sullo 0 a 0 ciò sarà possibile solo in parte perché come ho indicato sopra ci sono anche i gol imparabili ad essere segnati.
    C’è sempre un errore dici tu, è un’affermazione un po’ generica che non sempre risponde a questo assunto dello 0 a 0, basti pensare al dribbling vincente di un fuoriclasse che va a rete o la propizia.
    L’esempio che hai portato del tiro in porta dal limite calza bene per chiarire i nostri concetti in merito a cui trattasi: se calcio dal limite con la barriera schierata e mando la palla sul sette oppure la scavalco indirizzandola laddove il portiere non può arrivarci, questo è un gol imparabile; mentre se calcio direttamente contro la barriera per cercare un varco e la palla filtra perché uno o più difensori in barriera si sono girati, non hanno aggredito frontalmente, attivamente la palla commettendo l’errore di girarsi nel fare opposizione fisica, allora questo non è più un gol imparabile ma sicuramente evitabile rispettando la regola citata, la posizione frontale attiva.
    Io non parlo mai per teoria in quanto le conclusioni cui sono pervenuto in anni di studio sui temi in questione sono il frutto di osservazioni attente e approfondite della realtà del calcio giocato, quindi del campo, che ho messo assieme registrando da oltre vent’anni tutta una serie di gol EVITABILI da me selezionati e tutti segnati ai massimi livelli competitivi nazionali ed internazionali, complessivamente oltre 2.000, a suffragio delle mie proposte, di quanto vado sostenendo utilizzando anche la moviola. Ho registrato parimenti anche gol IMPARABILI per la loro bellezza di esecuzione o per gli sbagli, la casualità che spesso li accompagnano.
    Nelle 600 partite che ha giocato mister Cagni molte delle sconfitte, pareggi o vittorie sono venute sicuramente prendendo gol evitabili con errori sempre uguali, sempre della stessa natura tattica, ricorrenti come ho illustrato sopra, che molto probabilmente non sono stati individuati né inquadrati nel giusto modo per poter affermare che lo stesso errore si è ripetuto più volte in più partite ricorrendo quindi ai ripari.
    Gli attaccanti bravi ci sono e gli do atto quando segnano gol imparabili; quanto ad Inzaghi che non manca di furbizia, nessuno ha mai detto che la sua scaltrezza partendo sul filo del fuorigioco per andare a firmare tanti gol, era favorita dal gioco a zona con i difensori che non lo marcavano mai né stretto, lo tenevano erroneamente alle spalle in linea, libero di agire inseguendo i dettati della zona. Con la Difesa Elastica che si base sulla marcatura individuale perfezionata utilizzando il controllo visivo attivo, Inzaghi ma tanti altri attaccanti che sfruttavano come lui il fuorigioco, molti gol non li avrebbero segnati, sarebbero stati evitati.
    I gol IMPARABILI invece sono quelli per i quali il portiere poco o nulla può fare per pararli, quindi potenzialmente le partite non finiscono mai sempre con lo 0 a 0 se non per circostanze di gioco; li ho raggruppati nella seguente casistica causale dove l’errore del difendente non sempre c’è, sostituito dalle prodezze, dalla bravura dell’attaccante, spesso è imponderabile, fortuito non ripetitivo in maniera sistematica tanto da potervi rimediare come nel caso dei gol evitabili:
    dribbling, combinazione, triangolazione o contrasto vincente, intervento d’anticipo di piede o di testa, appoggio smarcante, tiro ad alta precisione balistica, stacco di testa più elevato, maggiore velocità nella corsa, gesto tecnico imprevedibile (girata, rovesciata, colpo di tacco o di ginocchio), calcio di rigore, calcio di punizione, calcio d’angolo, rimpallo favorevole, errore o svista della terna arbitrale, autogol, malinteso tra compagni, papera o deviazione involontaria del portiere, del difensore, situazione d’inferiorità numerica anche causa espulsione, schema collaudato sui calci piazzati, azione di contropiede, tentativo non riuscito di attuare il fuorigioco, palla vagante, rimessa laterale, barriera posizionata male.
    Ho dovuto dilungarmi contenendo più possibile il mio discorso però se questo è valso a chiarire le idee, a sgombrare il campo da dubbi ed interrogativi a te e ad altri utenti interessati ai temi specifici affrontati, vuol dire che ho centrato l’obiettivo, certo che alla luce di quanto sopra esposto guarderai, osserverai i gol del Vicenza ma anche di altre squadre, fatti e in particolari quelli subiti, con un occhio diverso sia direttamente sul campo sia davanti alla televisione specie con l’aiuto della moviola.

    • Max ha detto:

      buon giorno mister mi raccomando continui cosi che ci salveremo di sicuro e poi alla fine vediamo quanti di questi giocatori lei vorrà con se il prossimo anno forza lane forza gigi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: